Terapia laser nel trattamento del sistema muscolo-scheletrico, indicazioni e controindicazioni



Le malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale richiedono un trattamento complesso. Insieme ai classici della terapia sotto forma di droghe, ginnastica e dieta, stanno guadagnando popolarità vari tipi di fisioterapia, il cui uso implica l'uso di tecnologie innovative. Uno di questi metodi è il trattamento laser. L'efficacia della tecnica è già stata testata nel tempo. La terapia laser viene utilizzata rigorosamente secondo le indicazioni, tenendo conto della presenza di possibili effetti collaterali e controindicazioni.

Che cos'è - la terapia laser

La terapia laser è uno dei metodi specifici di trattamento delle malattie dell'apparato muscolo-scheletrico. Nella medicina terapeutica viene utilizzato un laser a bassa intensità, che non ha effetti distruttivi sui tessuti viventi.

Il metodo si basa sulla proprietà di un laser per concentrare l'energia irradiata nella giusta direzione e su aree localizzate in una delle due gamme:

  1. rosso - penetrando nella profondità del tessuto per un massimo di 2 millimetri;
  2. infrarossi - penetrando nella profondità del tessuto molle 8 cm, osso - 2,5 cm.

Inoltre, la densità del raggio laser può variare, il che è ampiamente utilizzato nella regolazione dell'area del suo impatto. Viene anche preso in considerazione il tempo di esposizione alle radiazioni sul tessuto.

L'unicità della terapia laser nel trattamento della colonna vertebrale e delle articolazioni è che questo metodo consente di eliminare la patologia stimolando i processi naturali nello scheletro e nei tessuti muscolari.

Il meccanismo degli effetti terapeutici del laser

La base dell'effetto terapeutico di un laser sul corpo umano è un'influenza multiforme sui processi che si verificano nel suo "focus". Nel trattamento delle malattie del sistema muscolo-scheletrico, i seguenti sono particolarmente preziosi:

  • accelerazione locale dei processi metabolici e del trofismo tissutale;
  • un aumento del numero di reazioni fisico-chimiche e della funzionalità complessiva delle cellule;
  • accelerazione multipla dei processi riparativi e rigenerativi nei tessuti;
  • diminuzione del dolore e gonfiore dei tessuti;
  • stimolazione del processo di ricostruzione della rete capillare;
  • rafforzare l'immunità generale e locale;
  • diminuzione locale dell'attività delle cellule autoimmuni.

Dove viene applicata la terapia laser

Lo scopo dell'uso della terapia laser in medicina non è limitato a un'area. È usato nelle malattie degli organi interni, sistema circolatorio, articolazioni e ossa, legamenti, muscoli e pelle.

Non importa affatto perché la patologia è apparsa - la terapia laser affronta egualmente bene malattie di varia origine:

In ortopedia, il valore della terapia laser sta nel fatto che quasi tutte le malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale sono classificate come degenerative-distrofiche - associate a cambiamenti irreversibili nella cartilagine e nelle strutture ossee. L'unicità della terapia laser è che questo metodo è ben combinato con altri tipi di terapia. L'impatto sui tessuti colpiti provoca un aumento del metabolismo locale sullo sfondo di un'impennata delle proprietà rigenerative dei tessuti.

L'azione del laser non implica sempre un effetto diretto sull'organo interessato.

In alcuni casi, l'agopuntura (riflessoterapia) è di grande beneficio, durante il quale l'azione sui punti attivi associati ai singoli sistemi e organi viene effettuata non attraverso il contatto fisico e un campo elettromagnetico, ma mediante un raggio laser.

Trattamento di patologie delle articolazioni e della colonna vertebrale con un laser

Molte malattie del sistema muscolo-scheletrico associate a infiammazione, assottigliamento naturale o forzato dei tessuti della cartilagine possono essere trattate con un laser.

malattia

Le indicazioni per la terapia laser sono:

  • artrite di varie origini, tra cui reumatoide, post-traumatico e gottoso;
  • artrosi primaria e secondaria, compresa la deformazione I, II, III gradi;
  • osteocondrosi, accompagnata da danni al sistema nervoso periferico e cambiamenti nella struttura della colonna vertebrale;
  • osteoporosi, che è una violazione dell'integrità degli elementi periferici e centrali dello scheletro.

Con tutte le patologie elencate, la terapia viene effettuata per contatto, cioè in presenza di contatto del radiatore con la pelle o con il metodo senza contatto.

  1. Nel primo caso, l'impatto sul tessuto viene effettuato includendo l'uso della regolazione manuale della profondità di penetrazione del raggio laser nel tessuto interessato premendo l'emettitore su determinate aree del corpo.
  2. Il secondo metodo senza contatto è tecnicamente più perfetto: la profondità di penetrazione del raggio laser e l'area di impatto vengono impostate automaticamente e l'emettitore non tocca il corpo del paziente.

Per migliorare l'assorbimento del raggio laser nella terapia laser, vengono utilizzate soluzioni coloranti - verde brillante o blu di metilene. Sono applicati sulla pelle nel sito di esposizione al laser.

Regimi di trattamento

Al fine di ottenere il massimo effetto terapeutico nel trattamento delle malattie della colonna vertebrale e delle articolazioni, vengono presi in considerazione i seguenti standard:

  • in presenza di patologie dell'apparato muscolo-scheletrico, è preferibile utilizzare lo spettro infrarosso con lunghezza d'onda fino a 0,9 micron;
  • influenzare le articolazioni e la colonna vertebrale può essere continua o pulsata, a seconda delle condizioni del paziente;
  • in presenza di una sindrome da dolore grave, si raccomanda di utilizzare la radiazione laser ad alta frequenza da 10 a 50 Hz e, quando i sintomi si indeboliscono, si raccomanda di ridurre la frequenza a 5-10 Hz;
  • il tempo di esposizione a un punto specifico del corpo non deve superare i 5 minuti; se necessario, l'esposizione a più punti, il tempo di seduta non deve superare la mezz'ora;
  • l'area di irraggiamento puntuale con un laser non deve superare 1 cm e, se necessario, l'esposizione a grandi aree, è consentita la zona massima di irradiazione pari a 400 cm 2.

Indipendentemente dalla forma della malattia e dalla gravità dei sintomi, è richiesto un trattamento del corso, comprese 10-15 procedure giornaliere con una ripetizione dell'intero corso dopo 3 mesi. Questo schema aumenterà il periodo di recidiva a 10-15 anni.

Controindicazioni e possibili complicazioni

Nonostante l'alta efficienza della terapia laser, il suo uso non è possibile in tutti i casi.

Quando prescrive questo tipo di trattamento, il medico deve assicurarsi che il paziente non abbia controindicazioni incondizionate, che includono:

  1. Forme attive di varie infezioni sistemiche, compresa la tubercolosi.
  2. Malattie sistemiche del sistema circolatorio ed ematopoietico, accompagnate da un aumentato rischio di sanguinamento.
  3. Neoplasie benigne e maligne nel campo dell'azione laser e in prossimità di esso.
  4. Malattie e condizioni che non sono compatibili con un aumentato rischio di sanguinamento, come l'ictus emorragico e le condizioni post-ictus, anemia.
  5. Patologie gravi del sistema cardiovascolare nella fase di esacerbazione o scompenso.
  6. Patologie endocrine e metaboliche, incluso diabete mellito e tireotossicosi.
  7. Gravidanza (in qualsiasi trimestre).

Anche in assenza di condizioni ovvie o nascoste che sono tra le controindicazioni, il paziente può sperimentare fenomeni spiacevoli durante il corso della terapia laser.

Molto spesso, tali stati sono associati ad un improvviso aumento locale dei processi metabolici.

La terapia laser è un metodo efficace per eliminare i problemi alla colonna vertebrale e alle articolazioni. Quando lo si utilizza, la possibilità di ripristino non chirurgico del tessuto cartilagineo aumenta molte volte. Per utilizzare la terapia laser è necessario solo in base alle indicazioni e devi affidare la sua implementazione a uno specialista qualificato.

Laserterapia: indicazioni e controindicazioni

Laser terapia - fisioterapia, che si basa sull'impatto sul corpo del paziente con un fascio di luce concentrato. La tecnica viene utilizzata per trattare una vasta gamma di malattie e non ha praticamente controindicazioni.

Effetti principali

Penetrando nel tessuto, la radiazione laser attiva in essi vari processi fotofisici e fotochimici. Di conseguenza, il corpo inizia una cascata di reazioni, i cui risultati sono:

  • Rafforzamento dei processi metabolici.
  • Accelerare la guarigione di ferite ed erosioni.
  • Stimolazione della circolazione sanguigna e linfatica.
  • L'indebolimento della sindrome del dolore.
  • Attivazione delle funzioni delle cellule immunitarie.
  • Ridotta coagulazione del sangue.
  • Riduzione delle reazioni infiammatorie.
  • Riduzione della contaminazione microbica nel sito di esposizione laser.

È stabilito che gli effetti più pronunciati sono la radiazione laser rossa e infrarossa.

Quando applicato

Le indicazioni per la terapia laser possono essere:

  • malattie cardiovascolari (ipertensione arteriosa di 1 grado, insufficienza venosa, angina di 1o grado, endoarterite obliterante, tromboflebite);
  • patologie degli organi respiratori (sinusite, otite, adenoidite, laringite, faringite, tonsillite, bronchite, tracheite, polmonite, sindrome broncospasica);
  • disturbi neurologici (neurite, nevralgia, lesioni nervose);
  • malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale (artrite, artrosi, lesioni, fratture, osteocondrosi);
  • problemi dermatologici (ferite non guaritrici, ulcere trofiche, piaghe da decubito, congelamento, dermatosi pruriginosa, herpes, foruncolosi);
  • malattie gastrointestinali (gastrite, colite, duodenite, colecistite, pancreatite, ulcera peptica, atonia intestinale);
  • malattie del sistema genito-urinario (prostatite, erosione cervicale, annessite, salpingite, infertilità dovuta a processi infiammatori);
  • patologie dentali (pulpite, parodontite, carie, alveolite, gengivite, stomatite).

La procedura è prescritta da un medico dopo una serie di esami. Questo tiene conto del benessere generale del paziente.

Controindicazioni

L'irradiazione laser non è consentita con:

  • cancro;
  • diabete grave o tireotossicosi;
  • infezione purulenta acuta;
  • insufficienza cardiaca 2-3 gradi;
  • insufficienza renale cronica;
  • intolleranza individuale del laser.

La gravidanza e le infezioni respiratorie non sono controindicazioni assolute. Tuttavia, in queste condizioni, la dose di radiazioni deve essere ridotta.

Come è il

La procedura viene eseguita stando sdraiati o seduti. L'area da irradiare, pre-rilasciata dai vestiti.

A seconda della malattia, possono essere utilizzate tecniche di terapia laser non invasive o invasive. Nel primo caso lo specialista agisce con la luce sulla pelle del paziente. La proiezione dell'organo malato, dei punti di agopuntura o delle aree riflessogene è selezionata come zona di radiazione. Quando un'ampia area dell'area interessata è divisa in diversi campi, che vengono poi elaborati a turno.

La terapia può essere eseguita:

  • a distanza (il generatore di radiazioni è posto ad una distanza di 0,5-1 m dalla superficie corporea del paziente);
  • contatto (guida leggera premuta contro la pelle).

Con il metodo di contatto, la profondità della penetrazione del laser nel tessuto è 3 volte superiore rispetto a quella distante.

Quando la proiezione dell'organo viene irradiata, il generatore viene posizionato sopra il corpo del paziente immobile. Durante l'elaborazione di più campi o punti, il dispositivo viene spostato. La durata dell'esposizione di un sito varia da pochi secondi a 5 minuti. Il tempo totale della procedura non supera i 30 minuti. Le sessioni vengono ripetute ogni giorno o ogni altro giorno. Il corso del trattamento è di solito 5-20 procedure.

Dalle tecniche invasive praticate:

  • Terapia laser intraorganica. Uno strumento speciale viene inserito nella cavità d'organo (bronchi, retto o stomaco), alla fine del quale vi è una guida di luce. Influenzando un laser, il punto del medico irradia focolai patologici (per esempio, ulcere o erosione). La durata della procedura non supera i 10 minuti.
  • Irraggiamento del sangue intravascolare. In una grande vena (succlavia o ulnare), viene inserito un catetere o viene inserito un ago con una guida di luce, dopo di che viene eseguita l'irradiazione. Tempo di esposizione - 20-30 minuti. Questo tipo di terapia è spesso prescritto per la cardiopatia ischemica. Il corso del trattamento include 5-10 procedure.

I parametri di irradiazione sono selezionati individualmente, tenendo conto della natura della malattia e delle condizioni del paziente.

Il medico capo della clinica multidisciplinare "Medionika" Zakharova T.N. parla della terapia laser:

Cos'è la laserterapia?

La terapia laser è uno dei metodi di fisioterapia, l'uso terapeutico del laser, cioè la luce coerente e monocromatica. Il laser (in inglese LASER, acronimo di amplificazione della luce mediante emissione stimolata di radiazioni "luce stimolata attraverso la radiazione stimolata") è stato inventato negli anni '60. XX secolo e divenne immediatamente diffuso nella pratica medica. Questo è un metodo di trattamento altamente efficace che viene utilizzato attivamente in quasi tutti i settori della medicina moderna.

È dimostrato che la terapia laser:

  • ha azione antinfiammatoria, analgesica, immunostimolante
  • attiva il metabolismo cellulare;
  • stimola i processi rigenerativi;
  • attiva la microcircolazione del sangue;
  • possiede un effetto riflessogeno sull'attività funzionale di vari organi e sistemi.

Le principali indicazioni per l'uso della terapia laser: sindromi dolorose, alterata microcircolazione, stato immunitario compromesso, manifestazioni allergiche, malattie infiammatorie, necessità di stimolare processi rigenerativi nei tessuti e meccanismi regolatori dell'organismo

Ecco perché la terapia laser ha una vasta gamma di applicazioni:

  • terapia (cardiopatia ischemica, ipertensione, malattie del tratto gastrointestinale, articolazioni, ecc.),
  • intervento chirurgico (ustioni, congelamento, fratture ossee, proctite, tromboflebite, ecc.),
  • endocrinologia (diabete, tiroidite, endocrinopatia),
  • neurologia (osteocondrosi, sciatica, nevralgia, ecc.),
  • gastroenterologia (gastrite, ulcera peptica, pancreatite, colite, ecc.),
  • polmonite (bronchite, asma bronchiale, polmonite, tubercolosi, ecc.),
  • Malattie otorinolaringoiatriche (otite, rinite, tonsillite, ecc.),
  • urologia (pielonefrite, cistite, prostatite, ecc.),
  • ostetricia e ginecologia (mastopatia, endometrite, erosione cervicale, andexite, ecc.)
  • dermatologia, cosmetologia (neurodermatite, eczema, dermatite allergica, herpes, calvizie, acne, ecc.)
  • Odontoiatria (carie non complicata, pulpite, malattia parodontale, stomatite, ecc.)
  • pediatria (malattie del sistema broncopolmonare, tratto gastrointestinale, malattie della pelle infettive)
  • - medicina sportiva (accelerazione della riabilitazione dopo sovraccarico, lesioni, attivazione di uno stato psicofisico produttivo)

I vantaggi indiscussi della terapia laser includono:

  1. Sicurezza. Non temere l'associazione con "radiazioni" o radiazioni (traduzione diretta di "radiazioni" nell'abbreviazione di LASER). La luce laser non è più pericolosa di una lampadina o di una torcia, ma ha un indubbio effetto curativo.
  2. L'assenza di controindicazioni assolute specifiche. A seconda delle condizioni del paziente, della fase della malattia, ecc., Potrebbero esserci dei limiti all'uso della laserterapia. In alcuni casi, l'uso della radiazione laser è possibile solo sotto la supervisione di uno specialista. Oncologia, gravidanza, tubercolosi, età del paziente, ecc. Non costituiscono una controindicazione, ma la presenza di questi fattori dovrebbe essere presa in considerazione quando si sceglie una tecnica.
  3. Procedura indolore
  4. Possibilità di combinazione con altri tipi di trattamento
  5. Nessun effetto collaterale
  6. Ridurre il numero di farmaci presi, nonché il possibile rifiuto di loro
  7. Tempo di recupero ridotto
  8. Possibilità di utilizzo a scopo profilattico.

I moderni dispositivi di terapia laser hanno le seguenti caratteristiche:

  • esposizione a più lunghezze d'onda della radiazione;
  • lavorare nelle modalità modulate e pulse;
  • modulazione esterna della radiazione (modalità BIO, modulazione del ritmo musicale, ecc.);
  • immissione di radiazioni in fibre ottiche (ILBL, procedure addominali);
  • distribuzione spaziale ottimale della radiazione laser;
  • monitoraggio affidabile e continuo dei parametri di esposizione.

L'impatto della radiazione laser a bassa intensità può essere diretto - direttamente sul focus patologico (articolazione, nervo, vaso, area muscolare, area del dolore, punti biologicamente attivi, cicatrici, proiezioni di organi interni, ecc.) O indirettamente - su aree simmetriche del corpo, zone riflessogene o segmenti corrispondenti del midollo spinale. In alcune malattie, gli effetti diretti e indiretti sono combinati.

I seguenti metodi di laserterapia sono distinti:

  • stabile - l'emettitore è fissato in una posizione,
  • labili: in costante movimento nella zona d'impatto;
  • distante - ad una certa distanza dal corpo
  • contatto - emettitore impostato direttamente sulla pelle.
  • endovena - screening del sangue per via endovenosa (VLOK)

La scelta dei metodi è individuale per il trattamento di ogni malattia, il regime ottimale di trattamento è determinato dallo specialista appropriato.

La durata dell'esposizione a un campo con un impatto locale di 2-5 minuti e la durata dell'intera procedura non è superiore a 20 minuti. Per l'agopuntura laser, il tempo di esposizione è di 20-40 secondi e con ILOK raggiunge i 20 minuti.

L'efficacia della terapia laser è aumentata se combinata con farmaci assunti per via orale, intramuscolare o endovenosa, così come precedentemente applicata alla zona di influenza (la cosiddetta laser phoresis). Inoltre, la radiazione laser può essere utilizzata in combinazione con altri metodi di elettroterapia: elettroforesi (elettroforesi laser), terapia diadinamica (terapia laser a diodi), terapia ad ampulenza (terapia laser ad amplifulsea), vari tipi di terapia magnetica (laser terapia magnetica) e terapia locale del vuoto (massaggio laser sottovuoto).

riferimenti

1. Moskvin S.V. L'efficacia della terapia laser. Serie "Terapia laser efficace". T. 2. - M., 2014. - 896 p.
2. Moskvin S.V., Achilov A.A. Nozioni di base della laserterapia. - M., 2008 - 256 p.
3. Moskvin S.V., Ponomarenko G.N. Laser terapia con i dispositivi della serie "Matrix" e "Lazmik". - M. -Tver, 2015. - 208 p.

  • Screening del sangue del laser per via endovenosa (VLOK) - come avviene la procedura VLOK. Indicazioni per l'irradiazione laser intravenosa del sangue, fattori terapeutici VLOK. Restrizioni e controindicazioni per l'esecuzione di VLOK
  • Terapia laser nel trattamento delle patologie otorinolaringoiatriche - il metodo e i tempi della terapia laser per rinite, sinusite, faringite, laringite, otite, tonsillite, tonsillite, ustione alla gola, adenoidite. Laser terapia dopo interventi rinochirurgici
  • Laserterapia in urologia e andrologia - tecniche di terapia laser nella pratica urologica. Malattie nel campo dell'urologia e dell'andrologia, suscettibili di trattamento complesso efficace con l'uso della terapia laser
  • Laser resurfacing della pelle - chirurgia di ringiovanimento
  • Un approccio globale al trattamento dei pazienti con infezione da papillomavirus umano utilizzando il laser chirurgico MCO-25
  • Laser terapia di rinite vasomotoria cronica - uno schema di applicazione laser nel trattamento della rinite
  • Tutti gli articoli della sezione "Laserterapia, terapia con l'aiuto della laserterapia"

Leggiamo anche:

    - Milkmaid: domande dei visitatori del sito e risposte dei medici
    - Malattie infettive Ospedale e bambini. Siamo spaventati, giusto! - su ospedali per malattie infettive, paura dei genitori durante la visita a un ospedale, sulle caratteristiche di un ospedale, organizzazione, ecc.
    - Psicologia dei giochi per computer e fantasie dei giocatori: cos'è la realtà del gioco, proprietà della realtà del gioco, perché giochi, fantasie e giochi sulla dipendenza dal gioco
    - Ureaplasmosis e micoplasmosi. Infertilità come conseguenza di ureaplasmosis e micoplasmosi - sintomi, diagnosi, trattamento e prevenzione di queste malattie

Laser terapia - indicazioni e controindicazioni

Il trattamento fisioterapeutico è stato usato per molti anni e ci sono un gran numero di terapie, una delle più efficaci è la terapia laser. Il trattamento con radiazioni ottiche è indicato per le patologie di vari sistemi corporei e organi interni.

Ma vale la pena ricordare che qualsiasi fisioterapia si aggiunge al trattamento principale o alla riabilitazione, e il medico deve prescriverlo se ci sono indicazioni. La terapia laser aiuterà a recuperare più velocemente, ma non cura la malattia da sola, è necessario visitare un medico e seguire tutte le sue raccomandazioni durante il trattamento.

definizione

Molti pazienti sono interessati a ciò che la terapia laser è, e le indicazioni e controindicazioni per la procedura. La terapia laser è una fisioterapia, in cui il corpo è esposto a radiazioni ottiche di diversa potenza. Il laser viene utilizzato non solo per il trattamento, ma anche per le attività diagnostiche, nonché per scopi chirurgici. L'operazione utilizza laser più potenti rispetto al trattamento delle malattie.

Con la terapia laser, l'area dolente è interessata da radiazioni continue o pulsate nell'intervallo rosso e infrarosso. Il principale vantaggio di questo metodo è che il laser agisce non solo sulla pelle, ma penetra in profondità all'interno dell'organo necessario.

Per il trattamento, possono essere usati raggi focalizzati e sfocati. I primi agiscono su punti attivi biologici, stimolando il lavoro di vari sistemi corporei: circolatorio, immunitario e nervoso. Defocused influisce sulle lesioni, aiuta a curare l'infiammazione.

effetto

Il laser può penetrare nel tessuto a profondità molto diverse, tutto dipende dal tipo di tecnica utilizzata, dalla lunghezza d'onda, dalla potenza del laser, dal tempo di esposizione. Pertanto, è molto importante per il trattamento efficace effettuare la terapia laser, tenendo accuratamente conto di tutte le raccomandazioni del medico. Se il dispositivo viene acceso in modo errato, non ci sarà alcun effetto dal trattamento.

La terapia laser ha i seguenti effetti terapeutici sul corpo umano:

  • Migliora il metabolismo cellulare;
  • Stimola il sistema immunitario;
  • Accelera il recupero del corpo, la guarigione delle ferite;
  • Riduce la viscosità del sangue;
  • Ha un effetto anti-infiammatorio nella zona interessata e aiuta anche a fermare la riproduzione di microbi patogeni;
  • Aiuta ad alleviare il dolore.

Grazie al laser nel punto di impatto, i processi redox sono migliorati, più ossigeno viene erogato alle cellule e iniziano a recuperare attivamente. Si nota anche un miglioramento della circolazione sanguigna, il liquefatto del sangue e la velocità del suo flusso aumenta, grazie al quale i tessuti ricevono più nutrienti.

testimonianza

La terapia laser viene utilizzata per una varietà di malattie, considerate le indicazioni più comuni per la procedura:

  • Infiammazioni acute e croniche;
  • Infezione del sangue;
  • Infiammazione associata a lesioni o complicanze dopo operazioni di natura infiammatoria;
  • Disturbi circolatori dovuti a trombosi vascolare, aterosclerosi;
  • Patologia dei vasi linfatici, linfostasi;
  • Patologia del sistema immunitario;
  • Malattie autoimmuni;
  • Reazioni allergiche;
  • Patologie endocrine, in particolare diabete mellito;
  • Ulcere trofiche, ferite che non guariscono bene;
  • Patologie cutanee, ad esempio, psoriasi, dermatosi;
  • pancreatite;
  • Ustioni di varia gravità.

Trattamento della ferita laser

Spesso, la terapia laser è prescritta a scopo profilattico, ad esempio dopo gravi lesioni. E anche nel periodo di remissione delle malattie croniche, come la psoriasi, al fine di ridurre il rischio di ricadute. Il trattamento laser può essere utilizzato anche per il rafforzamento generale del corpo nelle persone soggette a raffreddori.

La terapia laser è anche indicata per scopi cosmetici, con l'aiuto di questo metodo, viene eseguita la rimozione di smagliature e cicatrici. Con l'aiuto di un esercizio laser e la procedura di ringiovanimento, rendere il viso teso, la pelle liscia, rimuovere rughe sottili.

ginecologia

Il trattamento laser è molto efficace nelle patologie ginecologiche. La procedura può essere eseguita esternamente sulla proiezione dell'organo malato o attraverso la vagina, nel qual caso viene inserito un sensore speciale. Questa procedura non causa dolore, ma è un trattamento efficace per l'erosione cervicale e il laser è prescritto per i processi infiammatori e le mestruazioni irregolari.

Organi ENT

Il trattamento laser è prescritto principalmente per l'infiammazione delle adenoidi durante l'infanzia. Grazie alla terapia laser, non è necessario rimuovere le adenoidi, poiché il metodo elimina efficacemente le malattie e riduce significativamente il rischio di ricadute. Per il trattamento delle adenoidi, la procedura è indicata in cicli di 10-15 procedure due volte l'anno.

articolazioni

Spesso, la terapia laser è prescritta per il trattamento delle patologie articolari, la procedura aiuta ad alleviare il dolore e l'infiammazione in caso di artrite, artrosi, migliorare la circolazione sanguigna nei tessuti e alleviare il gonfiore. Inoltre, il trattamento laser è indicato durante il periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico articolare.

Irradiazione del sangue

Uno dei nuovi trattamenti laser è l'irradiazione endovenosa del sangue. Questo metodo di terapia è il più efficace. In contrasto con l'applicazione locale del laser, l'irradiazione sanguigna migliora la circolazione del sangue in tutto il corpo, piuttosto che in una parte separata di esso, e attiva anche il sistema immunitario.

L'irradiazione del sangue è indicata nell'ipertensione, nell'angina pectoris, nell'ischemia, nella tromboflebite, così come nelle patologie del sistema respiratorio e immunitario. Questo metodo è efficace anche nelle malattie del sistema genito-urinario, degli organi digestivi, delle malattie ginecologiche.

Questo metodo di trattamento prevede l'introduzione di un sensore speciale per via endovenosa. A causa dell'irradiazione, il sangue si liquefa e circola meglio.

Controindicazioni

La terapia laser può essere utilizzata solo su prescrizione e, se indicato. Il metodo è abbastanza sicuro, ma in alcuni casi è controindicato e talvolta tale fisioterapia può persino provocare una complicazione. Questo è il motivo per cui non è raccomandata alcuna testimonianza del laser.

  • Intolleranza al laser;
  • Il periodo di gravidanza e allattamento (bisogno di consulenza ginecologo);
  • Tubercolosi nella fase acuta;
  • l'anemia;
  • Problemi alla tiroide;
  • Tendenza al sanguinamento, disturbi emorragici;
  • Problemi con la formazione del sangue;
  • Il cancro nella maggior parte dei casi è controindicato.

In rari casi, la terapia laser può provocare complicazioni, il più delle volte ciò è dovuto alle azioni sbagliate del medico che sta conducendo la procedura o è associato alle caratteristiche del paziente. In questi casi, possono verificarsi dolore, arrossamento della pelle, cefalea dopo la procedura.

Se il paziente ha le malattie sopra descritte o si sente male dopo la procedura, deve immediatamente contattare il medico e dire tutto. Non dovresti tollerare e frequentare l'intero corso della fisioterapia in questo caso, può danneggiare il corpo. Il medico sentirà lamentele e prescriverà altri metodi di trattamento, ad esempio la magnetoterapia o l'elettroforesi, a seconda della patologia.

tecnica

La tecnica della procedura dipende dal suo tipo. Condividi i seguenti tipi di terapia laser:

    • Esposizione locale;
    • Screening del sangue interno;
  • Screening del sangue esterno;
  • Sulla proiezione degli organi interni;
  • Agopuntura, su punti di agopuntura;
  • Esposizione intracavitaria;
  • Effetto paravertebrale;
  • Sulla proiezione di organi immunocompetenti.

Irradiazione laser delle gambe

Qualsiasi procedura solitamente non causa dolore, e il paziente immediatamente dopo la procedura può fare i fatti suoi. Non è necessario il passaggio della terapia laser in ospedale. La procedura non richiede un addestramento speciale, ma è vietato venire per trattamento in intossicazione alcolica o da droghe. Inoltre, non è consigliabile venire alla procedura affamato, al fine di evitare vertigini.

Di norma, con metodi di trattamento non invasivi, il paziente è invitato a sdraiarsi su un divano, avendo prima liberato l'area da trattare dai vestiti. Il medico tratta la pelle con un laser, il dispositivo può essere premuto sul corpo o tenuto a distanza.

Laser terapia: quando è possibile, e quando - è impossibile

La terapia laser è utilizzata nel trattamento di malattie neurologiche, malattie del cuore e dei vasi sanguigni, polmoni, denti e gengive, sistema riproduttivo, gola, orecchio, naso, pelle e altri organi e tessuti.

Terapia laser

La terapia laser è un tipo di procedura fisioterapica in cui un'onda luminosa con un dispositivo speciale, un laser, agisce su una parte del corpo di una certa lunghezza. Il dispositivo stesso aumenta la luce stimolando la radiazione. L'unicità di questo metodo risiede nelle proprietà della radiazione laser:

  1. Monocromatico (esattamente la stessa lunghezza d'onda specificata).
  2. Polarizzazione (esattamente la direzione specificata del vettore delle oscillazioni elettromagnetiche nel piano e nello spazio).
  3. Coerenza (sincronizzazione temporale di diversi vettori della stessa frequenza).
  4. Direttività (il raggio della luce laser è diretto in modo preciso e non diverge).

Con la loro azione, la radiazione laser è divisa in 3 tipi:

  • Per manipolazioni chirurgiche.
  • Per attività diagnostiche.
  • Per le procedure di fisioterapia.

Come viene eseguita la procedura?

Con l'aiuto di un laser è possibile influenzare le seguenti zone di radiazione:

  1. Direttamente nell'area interessata.
  2. Proiezione sulla pelle dell'organo interessato.
  3. Punti di agopuntura (zone riflesse).

Sono possibili contatti e metodi di esposizione senza contatto. Nel primo caso, il dispositivo è in contatto con la pelle e nel secondo - tra la pelle e il dispositivo rimane un cuscino d'aria (con questo metodo si perde il 30-40% delle radiazioni).

Ci sono 2 modi per affrontare la tecnica contactless:

Con un impatto stabile, il dispositivo non si muove nello spazio. Con la variante labile, il raggio laser può spostarsi lungo la superficie della zona di influenza.

Ci sono alcune caratteristiche dell'uso della terapia laser:

  • Se è necessaria un'altra procedura fisioterapica allo stesso tempo, il trattamento laser viene effettuato la prima mezz'ora prima di un'altra esposizione.
  • Non utilizzare il trattamento laser il giorno di uno studio radiografico o radioisotopico.
  • Le dosi di medicine mediche sono ridotte (come prescritto da un medico) mentre effettuano un complesso di procedure laser, poiché tali procedure aumentano l'effetto di trattamento.
  • Il numero di procedure nel corso è assegnato a 8-12, e nei primi 5 giorni vengono eseguiti tutti i giorni, e il resto - a giorni alterni. È possibile solo una procedura al giorno.
  • Tra un corso e l'altro fai una pausa fino a un mese. Dopo il trattamento, i 3 corsi si fermano per sei mesi, quindi ripetono il corso.
  • Non è pratico utilizzare un laser per una zona per più di 10 minuti.
  • Se durante una pausa tra un corso e l'altro è necessaria la laserterapia, viene eseguito secondo lo schema raccomandato per il trattamento della malattia.
  • Per le persone sensibili alle intemperie nei giorni di maggiore attività magnetica, l'effetto laser è ridotto di 4 volte

testimonianza

L'uso del laser è diventato diffuso in vari campi della medicina:

  • pneumologia
  • neurologia
  • cardiologia
  • stomatologia
  • dermatologia
  • ginecologia
  • otorinolaringoiatria

La terapia laser a bassa intensità si è diffusa a causa del lancio di una sequenza di reazioni che hanno i seguenti effetti:

  • Attivazione dei processi metabolici nelle cellule (a causa del riscaldamento locale, vengono rilasciati ioni di calcio, che innesca questo meccanismo)
  • Aumento dell'attività tissutale in accordo con la loro funzione
  • Migliorare la circolazione del sangue nel corpo in generale e in una zona separata in particolare
  • Riduzione del processo infiammatorio
  • Miglioramento significativo nella nutrizione dei tessuti
  • Ripristino dell'integrità del tessuto

La terapia laser ad alta intensità ha un effetto completamente diverso:

  • I vasi nell'area di impatto muoiono
  • I tessuti sono completamente distrutti

I raggi ad alta intensità sono utilizzati in oncologia e chirurgia.

pneumologia

È possibile utilizzare il trattamento laser o tale trattamento solo in combinazione con altri metodi di trattamento non farmacologico. Le seguenti malattie sono guarite:

  • Forme acute e purulente di polmonite
  • Bronchite ostruttiva nella fase acuta
  • bronchiolite
  • Pleurite essudativa e fibrosa
  • Ascesso polmonare
  • Polmonite prolungata
  • Bronchite ricorrente
  • Laringite acuta
  • Asma bronchiale

Per il trattamento, può essere utilizzato in combinazione con idroterapia, terapia fisica, massaggio, inalazione, fangoterapia, trattamento con l'aiuto di ultrasuoni e un campo magnetico. È usato nei pazienti dalla nascita.

neurologia

Viene utilizzato in presenza di malattie degenerative della colonna vertebrale:

  • In caso di spondiloartrosi della lesione primaria delle articolazioni costale-vertebrale, sacro-iliaca e bisessuale
  • Quando si deforma la spondilosi con la formazione di osteofiti
  • Con osteocondrosi
  • Spondiloartrosi secondaria
  • Legamentosi ossigenante
  • Displasia spinale
  • Nei processi infiammatori nella colonna vertebrale

Può essere utilizzato per lesioni spinali e durante il trattamento delle complicanze postoperatorie.

La terapia laser ha effetti analgesici, anti-edematosi e anti-infiammatori.

cardiologia

In cardiologia, è usato per le seguenti malattie:

  • Infarto miocardico in fase acuta
  • Miocardite infettiva e allergica
  • Angina pectoris
  • Cardiopatia ischemica
  • Insufficienza coronarica acuta
  • Fibrillazione atriale (forma parossistica)
  • Difetti cardiaci
  • Disfunzione del nodo sinusale

stomatologia

L'odontoiatria laser rispetto alla terapia tradizionale presenta diversi vantaggi:

  1. Trattamento senza sangue
  2. Nessuna probabilità di infezione
  3. Alta esposizione accurata direttamente al sito della malattia senza il coinvolgimento di tessuti sani

Utilizzato nel trattamento di:

  • Carie nella fase iniziale
  • Eliminazione delle gengive sanguinanti e dell'odore (malattia parodontale)
  • Quando si installa la corona, si ottiene un'elevata precisione del microsocco, che consente di non influire sui denti vicini sani
  • La sensibilità dei denti (aumenta la durezza dello smalto di quasi il 40%)
  • Rimozione di una cisti senza sangue

dermatologia

Trattamento laser per le seguenti malattie:

  • Dermatosi di natura allergica (eczema, orticaria in caso di recidiva, dermatite atopica)
  • psoriasi
  • Privato (piatto rosso)
  • pyoderma
  • Vasculite cutanea
  • sclerodermia
  • vitiligine
  • calvizie
  • Malattie fungine delle unghie

Condotto utilizzando la terapia laser e alcune procedure cosmetiche:

  • Rimozione della cicatrice
  • depilazione
  • Dermoabrasione (peeling)
  • Ringiovanimento della pelle

In ginecologia

  • oophoritis
  • vaginite
  • vulva
  • parametri
  • endometritis
  • salpingitis
  • Infiammazione delle appendici
  • STI
  • Dopo mini-aborti e curette
  • Sanguinamento uterino
  • infertilità
  • Processi di saldatura
  • Erosione cervicale

Con adenoidi e altre malattie ORL

Il trattamento laser è utilizzato in otorinolaringoiatria per le seguenti malattie:

  • Adenoidi ingrandite 2-3 gradi (il che significa che è il trattamento delle adenoidi).
  • Evstahiit.
  • Otite esterna e media.
  • La malattia di Meniere.
  • Kohleonevrit.
  • Ipoacusia neurosensoriale.
  • Rinite nella fase acuta.
  • Il periodo dopo l'intervento.
  • La tonsillite è acuta e cronica.
  • Tonsillectomia.
  • Anteriore.

Compresi attivamente utilizzati per il trattamento del naso:

  • Rinite vasomotoria cronica
  • La sinusite è cronica.
  • Faringite cronica.
  • Nasofaringite.

Controindicazioni

L'uso di un tale metodo di trattamento come terapia laser è vietato:

  • In caso di malattie del sangue: un rapporto alterato di componenti del sangue, tendenza al sanguinamento, basso tasso di coagulazione del sangue
  • Con la localizzazione di tumori nell'area del laser
  • Con la fase attiva della tubercolosi
  • Stadio di decompensazione del diabete, insufficienza polmonare, insufficienza epatica
  • Il terzo stadio di insufficienza polmonare o cardiovascolare
  • Angina pectoris
  • Emorragia mensile abbondante nelle donne
  • Periodo di gestazione

Solo le malattie del sistema ematopoietico possono causare il rifiuto del 100% di tale trattamento.

Recensioni

Recensione della clinica Extramed di Mosca:

Recensione del centro di terapia laser "Biomed" a Mosca:

Recensioni del centro "Laser Therapy" a Krasnodar:

È possibile eliminare le lesioni cutanee fungine (una piccola area) o la lamina ungueale per 500-600 rubli. Se si desidera eliminare i peli superflui su una vasta area del corpo, cuocere fino a 10.000 rubli. Da 15.000 a 50.000 rubli russi saranno utilizzati per il peeling laser.

Il trattamento laser in otorinolaringoiatria andrà da 2.000 a 5.000 rubli.

In ginecologia, l'esposizione laser costa da 1000 rubli (esposizione minima) a 10.000 rubli (con una vasta area di esposizione).

Con esposizione endovenosa a un raggio laser, preparare da 500 a 7.000 rubli, a seconda della durata della sessione.

Aggiungi un commento Annulla risposta

Devi essere registrato per pubblicare un commento.

Laserterapia: indicazioni e controindicazioni. Laser terapia a Volgograd

Cos'è la laserterapia?

La terapia laser è un'applicazione terapeutica delle radiazioni ottiche, la cui sorgente è un laser. Questa è una classe di dispositivi in ​​cui vengono utilizzati i principi di amplificazione della radiazione ottica mediante emissione indotta di quanti (LASER - Amplificazione della luce mediante emissione stimolata di radiazione - amplificazione della luce mediante radiazione stimolata). L'utilizzo di questi principi ci ha permesso di ottenere la radiazione laser, che ha una lunghezza d'onda fissa (monocromaticità), la stessa fase di emissione di fotoni (coerenza), piccola divergenza del fascio (alta direttività) e un orientamento fisso dei vettori di campo elettromagnetico nello spazio (polarizzazione).

Quali sono i metodi della terapia laser?

Per la terapia laser il più delle volte usa la radiazione ottica delle bande rosse e infrarosse generate in modalità continua o pulsata. La frequenza di ripetizione dell'impulso è 10-5000 Hz. La potenza di radiazione in uscita raggiunge i 60 mW. Nella pratica clinica, l'esposizione laser viene applicata alla lesione e ai tessuti circostanti, alle zone reflexogenic e segment-metameric (fascio defocused), nonché al luogo di proiezione dell'organo interessato, delle radici posteriori, dei nervi motori e dei punti biologicamente attivi (puntura laser). La puntura laser viene eseguita secondo il metodo di contatto, in cui l'emettitore viene installato direttamente sulla pelle del paziente o sulle mucose. A seconda della tecnica di irradiazione, producono un metodo di terapia laser stabile e labili. La tecnica stabile viene eseguita senza spostare il radiatore, che è in una posizione fissa (di solito a contatto) durante l'intera procedura. Con una tecnica labili, il radiatore viene spostato arbitrariamente lungo i campi in cui è suddivisa la zona irradiata (irradiazione di campo). Durante una procedura, 3-5 campi vengono irradiati simultaneamente e la loro area totale non deve superare i 400 cm 2. In un'altra forma di realizzazione, l'emettitore viene spostato lentamente in una spirale al centro con l'acquisizione di aree cutanee sane 3-5 cm attorno al perimetro del nidus (scansione del raggio laser).

Qual è l'effetto terapeutico della laserterapia?

Sulla base di numerosi dati, i seguenti possono essere considerati i principali effetti terapeutici della terapia laser:

  1. correzione dell'immunità cellulare e umorale;
  2. aumento della resistenza non specifica dell'organismo;
  3. migliorare le proprietà reologiche del sangue e della microcircolazione;
  4. regolazione del potenziale emostatico del sangue;
  5. azione vasodilatatrice;
  6. normalizzazione dello stato acido-base del sangue e della sua funzione di trasporto dell'ossigeno;
  7. normalizzazione dell'attività proteolitica;
  8. aumento dell'attività antiossidante nel sangue;
  9. stimolazione dell'ematopoiesi;
  10. stimolazione dei sistemi di riparazione del DNA intracellulare per lesioni da radiazioni;
  11. normalizzazione dei processi metabolici (proteine, lipidi, carboidrati, metabolismo energetico);
  12. normalizzazione e stimolazione dei processi rigenerativi;
  13. effetto anti-infiammatorio;
  14. azione disintossicante;
  15. azione antiallergica.

La radiazione laser penetra nei tessuti a diverse profondità, che dipende dalla lunghezza d'onda e dalle proprietà assorbenti dei tessuti. Sotto l'influenza dell'energia laser, i processi di riduzione dell'ossidazione nei tessuti sono aumentati, il consumo di ossigeno da parte dei tessuti aumenta e vengono stimolati i processi trofici e rigenerativi. I processi di afflusso di sangue ai tessuti sono migliorati, l'immunità cellulare aumenta. La radiazione laser ha un effetto batteriostatico, migliora i processi di rigenerazione del tessuto osseo, ha un effetto antinfiammatorio e assorbibile. La terapia laser attiva l'apporto di sangue al cervello, accelera la rigenerazione dei nervi, migliora il trofismo della cartilagine, riduce la coagulazione del sangue, ha un effetto analgesico e ipotensivo. L'attivazione di questi complessi stimola la sintesi di proteine ​​e acidi nucleici, la glicolisi, la lipolisi e la fosforilazione ossidativa delle cellule. L'attivazione combinata dei processi plastici e l'accumulo di macroergs porta ad un aumento del consumo di ossigeno e ad un aumento dell'ossidazione intracellulare delle sostanze organiche, vale a dire migliora il trofismo dei tessuti irradiati. Nei tessuti irradiati si verificano cambiamenti di fase nel flusso sanguigno locale e un aumento della permeabilità transcapillare dell'endotelio vascolare della microvascolarizzazione. Durante l'irradiazione laser del tessuto borderline con un focus di infiammazione dei tessuti o dei bordi della ferita, i fibroblasti vengono stimolati e si forma il tessuto di granulazione. La diminuzione dell'attività degli impulsi delle terminazioni nervose degli afferenti C porta ad una diminuzione della sensibilità al dolore (dovuta al blocco afferente periferico), così come l'eccitabilità delle fibre nervose conduttive della pelle. Con l'esposizione prolungata alle radiazioni laser, viene attivata la corrente neuroplasmatica, che porta al ripristino dell'eccitabilità dei conduttori nervosi. La radiazione laser potenzia l'attività di organi e sistemi immunocompetenti e porta all'attivazione dell'immunità cellulare e umorale.

Con quali malattie in urologia, ginecologia, dermatovenerolia usando la terapia laser?

  • terapia laser in urologia: con uretrite e prostatite, con collicolite e vescicolite, con malattia di Peyronie, con infertilità, cistite, cistite;
  • terapia laser in ginecologia: per colpitis, salpingoophoritis, salpingitis, endocervicitis, per altre malattie della cervice, per infezioni trasmesse sessualmente;
  • Secondo le recensioni dei pazienti, la terapia laser è altamente efficace in altre malattie: osteocondrosi e adenoidi.

Qual è l'effetto della terapia laser del sangue?

L'irradiazione laser intravenosa del sangue (VLOK) è il metodo più efficace e universale di terapia laser. In contrasto con le procedure locali di terapia laser, l'effetto terapeutico è dovuto all'attivazione dei meccanismi terapeutici sistemici dell'intero organismo, aumentando l'efficienza del funzionamento dei sistemi di approvvigionamento di sangue, del sistema immunitario, di altri organi e sistemi, nonché dell'intero organismo. La terapia laser ematica viene utilizzata come agente analgesico, antiossidante, desensibilizzante, biostimolante, immunostimolante, immunocorrettivo, detossificante, vasodilatatore, antiaritmico, antibatterico, antiipoxico, antiedematoso e anti-infiammatorio. È stato dimostrato che la terapia laser del sangue stimola la risposta immunitaria del corpo, aumenta l'eritropoiesi, migliora la deformabilità delle membrane eritrocitarie, ha un effetto antiipoxico sui tessuti e un effetto antitossico generale sul corpo durante vari processi patologici. Sotto l'influenza della terapia laser del sangue, sono stati notati un aumento dell'attività fagocitica dei macrofagi, una diminuzione della concentrazione di microbi, una diminuzione delle manifestazioni infiammatorie della malattia e l'attivazione della microcircolazione. L'effetto terapeutico della terapia laser del sangue è dovuto alla sua capacità di esercitare un effetto immunocorrettivo, aumenta l'attività funzionale dei linfociti B, migliora la risposta immunitaria, riduce la gravità dell'intossicazione e migliora la condizione dei pazienti. La terapia laser del sangue aiuta a migliorare i parametri reologici del sangue, aumentare la fluidità e migliorare le funzioni di trasporto, che è accompagnato da un aumento del contenuto di ossigeno, nonché da una diminuzione dello stress parziale dell'anidride carbonica. L'ipossia tissutale viene eliminata e l'ossigenazione migliora, questo è un segno di normalizzazione del metabolismo dei tessuti. La terapia laser del sangue riduce anche l'aggregazione piastrinica, attiva la fibrinolisi, che porta ad un aumento della velocità del flusso sanguigno periferico e un miglioramento dell'ossigenazione dei tessuti. Indicazioni ed effetti di vlok:

  • normalizzazione di dinamica haemo;
  • una diminuzione delle proprietà di affinità dei globuli rossi, un aumento della loro plasticità e, di conseguenza, una correzione delle proprietà reologiche del sangue;
  • aumento dell'attività fibrinolitica nel sangue;
  • regolazione del sistema immunitario;
  • stimolazione dei processi di riparazione dei tessuti;
  • maggiore protezione antiradical;
  • stimolazione dell'ematopoiesi;
  • azione vasodelante;
  • azione antiallergica e antinfiammatoria.

Quando si prescrive una procedura per la terapia laser del sangue, è necessario tenere conto di tre parametri principali: la lunghezza d'onda della radiazione, la potenza della radiazione quantica sulla fibra ottica e la durata del tempo di esposizione. È anche necessario osservare la frequenza delle procedure (quotidianamente o ogni altro giorno) e tenere conto dello stato del corpo, dei tessuti e delle cellule. La somiglianza, la diversità e l'ovvia non-specificità dei meccanismi di azione biologica della terapia laser del sangue quando esposti a diverse lunghezze d'onda della radiazione laser, ti permettono di scegliere il metodo d'azione più ottimale.

Quando viene indicata l'irradiazione del sangue con luce blu?

È stato notato un forte effetto anestetico, risolutivo, battericida della luce blu. È stato proposto di irradiare il sangue con luce blu per il trattamento di pazienti con malattia coronarica e ipertensione. È stata trovata una diminuzione della concentrazione di lipoproteine ​​a bassa densità. La terapia laser è utilizzata nel trattamento della sindrome metabolica. L'irradiazione del sangue con luce blu ha dimostrato di essere un metodo efficace per normalizzare i parametri reologici. Sono stati riportati casi di esperienza nell'uso dell'irradiazione del sangue per via endovenosa con luce blu nel trattamento dell'ipoacusia neurosensoriale, aterosclerosi obliterante delle arterie degli arti inferiori, processi purulento-infiammatori, prostatite cronica con risultati clinici e di laboratorio molto incoraggianti. Durante le procedure di irradiazione endovenosa del sangue utilizzando gli intervalli spettrali blu (450 nm) e ultravioletto (365-405), vengono utilizzate le tecniche sviluppate per il range rosso (630 nm), ma a causa del molto più alto assorbimento di sangue di questi spettri e di più energia trasportata da luce ultravioletta e blu, si consiglia di ridurre la durata della procedura (con la stessa potenza di radiazione di 1,5-2 MW) della metà. Quindi se nell'intervallo rosso la durata della procedura è in media 30 minuti, quindi nei range dell'ultravioletto e del blu, 15 minuti sono sufficienti per ottenere una dose efficace. Il ciclo di trattamento di solito consiste in 5-7 procedure eseguite a giorni alterni.

Cos'è l'irradiazione laser percutanea (transcutanea) del sangue?

Insieme all'irradiazione endovenosa invasiva del sangue, il metodo di irradiazione laser percutanea (transcutanea) del sangue è ora ampiamente utilizzato nella clinica. La possibilità di esposizione percutanea locale al sangue si basa sul fatto che la radiazione laser nella regione dell'infrarosso penetra relativamente bene attraverso la pelle fino a una profondità di 50-70 mm e raggiunge il sangue che scorre in una vena, un'arteria o una microvascolarizzazione. La capacità penetrante della radiazione laser rossa è molto minore, tuttavia, quando si utilizza la radiazione laser con una potenza di oltre 10 mW mediante il metodo del contatto, la proiezione di una grande vena crea condizioni che consentono l'irradiazione del sangue non invasiva. Con tutte le somiglianze, il metodo di irradiazione endovenosa e transcutanea del sangue è tutt'altro che identico. Quando il sangue endovenoso viene irradiato, il sangue e la parete vascolare vengono irradiati. L'energia laser assorbita dai tessuti fuori dal letto vascolare è minima. Con l'irradiazione transcutanea del sangue, la situazione è invertita. Solo una piccola parte dell'energia luminosa proveniente dall'apparecchio laser raggiunge il sangue. Il raggio laser nei tessuti dovuto a numerosi riflessi perde rapidamente coerenza e polarizzazione, diventa sfocato. Inoltre, una certa quantità di tessuto viene esposta all'irradiazione laser, inclusi tutti gli strati della pelle, vasi, nervi, linfonodi, persino i muscoli e le ossa. I punti di agopuntura possono anche essere esposti. È importante notare che l'irradiazione di diverse parti della pelle può portare all'irraggiamento di varie strutture. Ma, nonostante l'ambiguità dei meccanismi d'azione, l'esposizione percutanea con un laser rosso o infrarosso è ampiamente utilizzata per l'irradiazione laser non invasiva del sangue nella vena cubitale, specialmente nei bambini, così come nei pazienti che sono tecnicamente difficili da invasare il sangue.

Quali sono le caratteristiche della terapia laser nel trattamento della sterilità negli uomini?

Nella struttura generale delle cause di infertilità negli uomini, le malattie infiammatorie degli organi genitali occupano costantemente 2-3 posizioni, il che ci ha permesso di identificare una forma separata di sterilità - escretore-tossica o escretoria-infiammatoria. La terapia farmacologica tradizionale per le malattie infiammatorie croniche degli organi riproduttivi non sempre normalizza i valori dello spermogramma, il che costringe a cercare metodi alternativi, in particolare non farmacologici, per trattare l'infertilità maschile. Questi includono la terapia laser magnetica. La terapia laser è di solito di natura ausiliaria e viene prescritta in combinazione con la terapia farmacologica o nella fase finale del trattamento tradizionale. Radiazione infrarossa pulsata e rossa continua - ha un effetto stimolante sugli spermatozoi - migliora i processi energetici. L'irradiazione laser bipolare delle aree testicoli, sacro e perineo viene solitamente eseguita. Nel trattamento di forme avanzate di prostatite con sintomi gravi e cambiamenti oggettivi nella ghiandola, così come con l'infertilità, viene applicato il seguente schema di terapia laser: transrettale, alla prostata, alla vescica, allo scroto. Possibili effetti su: zone synocarotid, proiezioni di fegato, perineo, coccige, regione sovrapubica. La possibilità di eseguire la puntura laser con l'aiuto della radiazione rossa continua o modulata nei punti di agopuntura aumenta gli effetti dell'esposizione locale al laser e mobilita i meccanismi sistemici e ripristina efficacemente la funzione sessuale nei pazienti di mezza età e di vecchiaia. Con la normalizzazione della regolazione simpatico-parasimpatico, l'attivazione della microcircolazione, le cui violazioni sono un importante anello nella patogenesi di molte malattie, così come la stimolazione del sistema immunitario, è stata proposta una certa serie di zone comuni di agopuntura, chiamata la ricetta di base. G14 (He Gu), E 36 (Zu San Li), VC 12 (Zhong Wan), MS 6 (Ne Guan), RP 6 (San Yin Jiao), VC 12 (Zhong Wan). La puntura laser nei punti della "prescrizione di base" viene effettuata immediatamente dopo la fisioterapia laser. La ricetta di base è un componente importante della terapia laser per varie malattie. All'inizio della procedura, influenzano le lesioni della pelle, delle membrane mucose o delle aree di proiezione degli organi interessati sulla superficie della pelle in dosi appropriate (fisioterapia laser), e quindi viene eseguita la riflessoterapia laser. Se necessario, il riflessologo può aggiungere diversi punti alla ricetta di base (secondo le indicazioni individuali del particolare paziente).

Quali sono le caratteristiche della terapia laser nel trattamento della prostatite negli uomini?

Il compito principale della terapia laser è la scelta dei parametri di esposizione, la metodologia e la tattica del trattamento, che forniscono il massimo effetto terapeutico in assenza di effetti collaterali. La terapia laser è uno strumento aggiuntivo nei periodi subacuto e cronico della malattia, contribuendo alla riabilitazione della lesione e mobilizzando le difese del corpo. Qualsiasi trattamento con un laser negli uomini risolve cinque problemi:

  • immunocorrection generale e locale;
  • normalizzazione delle componenti venose e arteriose del rifornimento di sangue alla prostata;
  • ripristino del deflusso della secrezione della ghiandola prostatica e delle vescicole seminali, ghiandole Littre e Cooper aumentando il tono dei muscoli del bacino, del perineo, delle fibre muscolari lisce della prostata;
  • restauro di elementi strutturali e morfologici di tessuti patologicamente modificati;
  • normalizzazione dell'intero spettro di funzioni degli organi interessati.

Questi compiti sono risolti con successo con una terapia complessa che utilizza radiazioni laser a bassa intensità. La situazione sta cambiando radicalmente per il meglio quando l'effetto di LLLT in diversi intervalli spettrali è incluso nel complesso terapeutico. Il più efficace è stato un regime che includesse l'esposizione transrettale, quando l'esposizione è effettuata direttamente sulla ghiandola prostatica e sul fascio neurovascolare, che controlla la funzione dell'organo, in combinazione con l'irradiazione percutanea del sangue in modalità di controllo biologico, che consente un effetto immunocorrettivo sul corpo. I metodi non farmacologici sono spesso non solo alternativi ai medicinali, ma hanno anche vantaggi significativi come metodi di regolazione funzionale. Allo stesso tempo, è stata dimostrata l'efficacia di combinare vari metodi di fisioterapia sullo sfondo della terapia antibiotica. L'interazione tra organi bersaglio e organi del metabolismo del testosterone è difficile e poco conosciuta. È dimostrato solo che il fegato è una fonte di aumentati livelli di ormoni sessuali femminili, il che porta a significative violazioni della funzione generativa e copulatoria. Malattie epatiche croniche e latenti sono soggette a trattamento tempestivo. L'indebolimento della funzione di disintossicazione del fegato provoca disturbi metabolici del testosterone. Pertanto, nello schema della terapia laser degli effetti della prostatite sul fegato è uno dei primi posti. A causa dell'azione multi-componente e multi-livello di LLLT, la normalizzazione del metabolismo e della circolazione sanguigna, il complesso trattamento delle malattie urologiche con l'uso della radiazione laser è accompagnato da un aumento dell'efficacia di tutte le misure terapeutiche. Un significativo miglioramento del flusso linfatico e del sangue nell'area di esposizione provoca un flusso più efficace di antibiotici alla ghiandola prostatica, che consente di ridurre il numero di farmaci necessari e ridurre il dosaggio dei farmaci utilizzati. Lo schema seguente di terapia laser è applicato: transrectally, all'area della ghiandola di prostata, la vescica, lo scroto. Possibili effetti su: zone synocarotid, proiezioni di fegato, perineo, coccige, regione sovrapubica.

Quali sono le indicazioni generali per l'uso della laserterapia?

Laser terapia a scopo terapeutico:

  1. Processi infiammatori acuti e cronici (non specifici e specifici) di diversa localizzazione.
  2. Sepsi.
  3. Complicazioni infiammatorie (infettive) dopo operazioni, lesioni e varie malattie.
  4. Avvelenamento (esotossicosi) ed endotossicosi in varie malattie (per endotossicosi negli stadi di subcompensazione e scompenso, necessariamente in combinazione con metodi di emorragia extracorporea).
  5. Malattie trombolitiche delle arterie degli arti inferiori (aterosclerosi obliterante, endoarterite obliterante negli stadi I-III).
  6. Tromboflebite acuta e cronica e flebotrombosi di diversa localizzazione.
  7. Cardiopatia ischemica cronica, insufficienza cerebrovascolare.
  8. Malattie dei vasi linfatici (linfostasi acquisita).
  9. Stati di immunodeficienza in varie malattie, interventi chirurgici, lesioni, AIDS.
  10. Malattie autoimmuni (asma bronchiale, tiroidite di Hashimoto, tireotossicosi, miksedema primario, artrite reumatoide, colite ulcerosa, ecc.), Malattia da siero, allergie ai farmaci e altri tipi di condizioni allergiche.
  11. Pancreatite acuta e cronica (per ridurre l'attività proteolitica e lipolitica del sangue.
  12. Ulcera peptica dello stomaco e del duodeno, gastroduodenite.
  13. Dermatosi, psoriasi, neurodermite.
  14. Diabete mellito, sindrome dell'ovaio sclerocistico.
  15. Brucia la malattia
  16. Ulcere trofiche, guarigione ritardata della ferita e consolidamento delle fratture.
  17. Epatite virale, herpes, micoplasmosi, clamidia, candidosi.

Indicazioni per la terapia laser profilattica:

  1. Prevenzione delle complicanze postoperatorie (tromboembolica, infettiva, ecc.).
  2. Prevenzione delle complicanze post-traumatiche (con lesioni al torace, all'addome, agli arti).
  3. Prevenzione delle complicanze infettive nei pazienti con emooblastosi.
  4. Prevenzione della recidiva dell'ulcera gastrica e dell'ulcera duodenale.
  5. Prevenzione di recidiva di psoriasi, neurodermite.
  6. Prevenzione dell'esacerbazione dell'asma.
  7. Prevenzione delle reazioni alle radiazioni durante la radioterapia.
  8. Prevenzione delle condizioni immunodepressive con radioterapia e terapia citostatica.

Indizi di terapia laser con lo scopo migliorante:

  1. Nel periodo di riabilitazione dopo gravi malattie, operazioni e ferite.
  2. Prevenzione di raffreddori frequenti e malattie stagionali.
  3. Con iperlipidemia.
  4. Negli atleti per ottimizzare il periodo di recupero dopo l'allenamento e la competizione, per aumentare la resistenza di fronte a competizioni responsabili.
  5. Migliorare la salute, resistenza non specifica del corpo e immunità nei lavoratori con condizioni di lavoro difficili, rischi professionali (esposizione ai raggi X e altri tipi di radiazioni penetranti).

Quali sono le controindicazioni all'uso della laserterapia?

  • Per prescrivere come terapia laser di trattamento può solo il medico curante. Questo viene fatto dopo tutti i sondaggi necessari. Questo tiene conto delle condizioni generali del paziente. All'appuntamento di terapia laser ci sono controindicazioni relative e assolute.
  • È severamente vietato utilizzare questo metodo di trattamento per le persone che hanno anomalie nel sangue, così come nella composizione del sangue, a coloro che soffrono di sanguinamento, così come in caso di scarsa coagulazione del sangue.
  • Esistono controindicazioni relative alla terapia laser. A seconda della gravità della malattia e della salute generale del paziente, le malattie cardiache e i vasi sanguigni durante la fase di scompenso possono essere considerate come controindicazioni.
  • Inoltre, con la sclerosi cerebrale, accompagnata da gravi disturbi del flusso cerebrale cerebrale, di solito non sono autorizzati a subire tale trattamento, così come con disfunzioni acute nel flusso sanguigno cerebrale.
  • Disturbi dell'apparato respiratorio, malattie polmonari possono essere una controindicazione alla terapia laser.
  • In caso di insufficienza epatica e renale nella fase di scompenso, di solito non è raccomandato applicare tali metodi di trattamento.
  • Molto spesso, le persone che soffrono di cancro, non prescrivono il trattamento con un laser.
  • Portare un bambino è anche una controindicazione. Questo è particolarmente vero per i primi cinque mesi di gravidanza.
  • Inoltre, questo metodo di trattamento per la tubercolosi polmonare in forma acuta non viene utilizzato.

Il materiale è stato preparato da un urologo, un fisioterapista e un dermatovenerologo Oleg Viktorovich Akimov.



Articolo Successivo
Colpi di scena: le cause e i modi per sbarazzarsi del problema