Come trattare la sindrome delle gambe senza riposo - metodi e regole per il trattamento della sindrome di Ekbom


Già nella metà del XX secolo, la malattia fu indagata e descritta dal neurologo svedese Karl Axel Ekbom, che gli diede il nome di Restless Legs Syndrome.

Nonostante il fatto che la malattia sia stata scoperta molto tempo fa, pochissime persone oggi ne sono a conoscenza, e anche se sentono i sintomi della sindrome delle gambe senza riposo, non tutti cercano un aiuto medico, pensando che provenga dalla normale stanchezza.

Secondo le statistiche, il 10-25% della popolazione soffre della sindrome di Ecbom in tutto il mondo.

Quasi tutte le fasce d'età sono colpite, ma il più delle volte i sintomi della malattia sono avvertiti da persone di mezza età e donne incinte. Ci sono anche prove che le donne soffrono di questa sindrome circa 1,5 volte più spesso degli uomini.

Cosa dovresti sapere sulla sindrome di Ekbom

Il paziente avverte prurito, bruciore, gattonare, brividi, crampi, intorpidimento alle gambe. E fermare questi sintomi può essere solo attraverso l'uso dell'attività motoria.

Alla fine, si scopre che invece di dormire, una persona deve camminare per la stanza per lenire i piedi pruriginosi. E questo, a sua volta, porta a disturbi del sonno ea volte alla depressione.

L'astuzia della malattia sta nel fatto che non appena la persona torna indietro, il disagio ritorna.

La causa esatta della sindrome di Ekbom non è stata ancora stabilita. È noto solo che questa malattia può essere ereditata. È stato anche stabilito che scon si verifica quando:

  • mancanza dell'ormone dopamina, che è responsabile dell'attività motoria,
  • carenza di ferro
  • uremia,
  • durante la gravidanza
  • a causa del sovrappeso
  • come risultato dell'uso di droghe volte a trattare problemi neurologici.

Ci sono sintomi spiacevoli almeno una volta alla settimana, e qualche volta più spesso, che si manifestano di sera e di notte, specialmente da mezzanotte alle 4, e si abbassano al mattino.

I muscoli facciali si stancano rapidamente? È possibile la miastenia grave - i sintomi, le cause e i segni dei quali si può imparare dal nostro materiale.

Dove e con quale successo vengono utilizzate le pillole e le fiale di Kenalog: istruzioni per l'uso, feedback di medici e pazienti e molte altre informazioni utili.

Come trattare la sindrome delle gambe senza riposo

Al fine di effettuare una diagnosi accurata, il medico, quando il paziente si gira, chiarisce i sintomi della malattia e svolge un esame, e svolge anche le seguenti procedure per aiutare a escludere la presenza di altre malattie:

  • analisi del sangue per i livelli di ferro;
  • Myography;
  • elettroencefalogramma.

Se non si affronta il trattamento della sindrome di Ekbom, quindi, mentre i sintomi progrediscono, alla fine iniziano a influenzare la qualità della vita del loro proprietario, portando all'insonnia e allo stato depressivo.

Il trattamento della sindrome delle gambe senza riposo ha i seguenti obiettivi:

  • eliminazione delle cause della malattia;
  • trattamento dei disturbi del sonno;
  • trattamento della depressione.

La terapia terapeutica viene eseguita utilizzando diverse tecniche.

Routine quotidiana e stile di vita

Al fine di eliminare le manifestazioni di sensazioni spiacevoli nelle gambe, è necessario cambiare lo stile di vita:

Regalare regolarmente un esercizio moderato alle gambe: stretching, "bicicletta", flessione ed estensione, camminata lenta. Particolarmente utile per farlo poco prima di andare a dormire.

  1. È utile strofinare intensamente i piedi, prendere bagni caldi e freddi per i piedi (in assenza di controindicazioni).
  2. Devi rinunciare all'alcol, alle bevande e ai prodotti contenenti caffeina.
  3. Una condizione importante per il recupero è smettere di fumare.
  4. È necessario rispettare la modalità del giorno, andare a letto e svegliarsi sempre allo stesso tempo.

Terapia farmacologica

Per quanto riguarda i metodi medici di trattamento della RLS, di solito vengono utilizzati se il paziente ha un disturbo del sonno pronunciato o se ci sono segni di depressione che si sono sviluppati durante la malattia.

Allo stesso tempo, spesso usano questi farmaci:

  1. Le benzodiazepine (clonazepam, alprazolam) - contribuiscono all'insorgenza del sonno, ma possono causare dipendenza con l'uso prolungato. Inoltre, un effetto collaterale del loro uso è sonnolenza diurna, diminuzione della libido, confusione occasionale durante la notte. Pertanto, possono essere utilizzati solo per un periodo limitato e rigorosamente sotto la supervisione di un medico.
  2. I farmaci dopaminergici (levodopa) sono abbastanza efficaci per la sindrome di Ekbom. Ci possono essere effetti collaterali come nausea, secchezza delle fauci, mal di testa, vertigini, irritabilità, spasmi muscolari. Ma tutto questo, di regola, si manifesta in modo leggero.
  3. Agonisti del recettore della dopamina (ADR) - la loro efficacia è paragonabile a quella della levodopa. Possono essere assunti ogni giorno per un lungo periodo senza danni significativi alla salute. Effetti collaterali delle ADR: nausea, stanchezza, mal di testa, vertigini, sonnolenza diurna. Per evitare questi fenomeni, assumere il farmaco inizia con piccole dosi. Va notato che, eliminando i sintomi della sindrome di Ekbom, i farmaci dopaminergici non sempre contribuiscono alla normalizzazione del sonno, pertanto la loro ricezione deve essere combinata con i sedativi.
  4. L'acido folico, il magnesio, gli integratori di ferro, le vitamine B, C, E - sono usati per reintegrare i minerali benefici nel corpo, la cui carenza può causare RLS.
  5. In rari casi in cui il dolore particolarmente intenso non può essere eliminato con altri farmaci, vengono prescritti oppioidi. Ma il loro uso è pericoloso, in quanto riguardano la droga e causano dipendenza.
  6. Farmaci anticonvulsi - sono usati come uno strumento aggiuntivo per la sindrome di Ekbom.
  7. Quando un paziente sviluppa depressione, vengono utilizzati inibitori di trazodone e monoammino ossidasi. Ma questi farmaci non sono per tutti.
  8. Durante la gravidanza vengono prescritti integratori di ferro di seconda generazione che non danneggiano il feto.

Tecniche aggiuntive

In aggiunta alla terapia farmacologica e al corretto stile di vita, nel trattamento della sindrome di Ekbom vengono utilizzate procedure fisioterapiche che includono:

  1. Vibromassaggio.
  2. Terapia magnetica - l'uso di campi magnetici, che hanno effetto anti-infiammatorio, analgesico e anti-edema.
  3. Applicazioni di fango: un metodo che utilizza il fango terapeutico. Con il suo uso, la circolazione sanguigna è migliorata, il movimento dei globuli rossi è migliorato e il metabolismo è normalizzato.
  4. Linfopress - creando una pressione sul sistema linfatico al fine di normalizzare i processi metabolici nel corpo e aumentare il tono delle vene degli arti inferiori.
  5. Riflessologia è un metodo in cui gli aghi speciali sono inseriti in punti speciali sul corpo.
  6. Darsonvalutazione della tibia - con l'aiuto di un dispositivo speciale, un impatto su una certa parte del corpo viene effettuato da una corrente ad alta frequenza rapida tempra.

Difficoltà di trattamento

Nella sindrome di Ekbom, ci possono essere alcune difficoltà con la diagnosi e, di conseguenza, la nomina di un trattamento adeguato.

Ciò è dovuto principalmente al fatto che i sintomi della malattia compaiono di notte, mentre il paziente può visitare il medico solo durante il giorno in cui nulla lo disturba.

Inoltre, il paziente è tutt'altro che sempre in grado di spiegare chiaramente ciò che lo infastidisce. Pertanto, spesso il medico può fare la diagnosi sbagliata: le vene varicose, le malattie delle articolazioni.

Gli errori in questo caso possono essere evitati con l'aiuto della polisonnografia, uno studio in cui il paziente dorme, mentre i sensori sono attaccati al suo corpo, volti a fissare il lavoro del suo sistema nervoso e l'attività fisica involontaria.

Sulla base di quanti movimenti il ​​paziente fa nel sonno, può determinare la gravità della malattia:

  • facile - quando è composto da 5 a 20 movimenti in un'ora;
  • medio - caratterizzato da 20 - 60 movimenti all'ora;
  • pesante - quando vengono eseguiti più di 60 movimenti all'ora.

Prognosi della cura

Se si usa la terapia con sindrome di Ekbom, allora la prognosi per il recupero è favorevole e i sintomi della malattia scompaiono col tempo.

Ma va tenuto presente che i farmaci usati dal paziente per combattere la malattia dovrebbero essere periodicamente modificati ad altri per evitare dipendenza o diminuire l'effetto.

Quindi, abbiamo considerato un disturbo così poco conosciuto come la sindrome delle gambe senza riposo.

È quasi impossibile prevenire i sintomi di questa malattia, ma il suo trattamento, prescritto da un medico esperto, di solito ha un effetto positivo.

Pertanto, dopo aver notato le manifestazioni della sindrome sgradevole descritta sopra, è necessario andare in ospedale per evitare la loro progressione. Ricorda che le misure adottate in tempo contribuiscono a una ripresa più rapida.

Video: sindrome delle gambe senza riposo - cosa fare?

Consigli pratici di un neurologo, a cui si dovrebbe ricorrere in caso di una strana malattia dolorosa - sindrome delle gambe senza riposo. Cosa fare se le gambe si fanno male in questo modo.

Sindrome delle gambe senza riposo

Sindrome delle gambe senza riposo - fastidio alle gambe che si verifica prevalentemente durante la notte, provocando il paziente a svegliarsi e spesso portando a insonnia cronica. Nella maggior parte dei pazienti, accompagnato da episodi di attività fisica involontaria. La sindrome delle gambe senza riposo viene diagnosticata sulla base del quadro clinico, dell'esame neurologico, dei dati di polisonnografia, dell'ENMG e degli esami volti a stabilire la patologia causale. Il trattamento consiste in metodi non farmacologici (fisioterapia, rituale del sonno, ecc.) E farmacoterapia (benzodiazepine, dopaminergici e sedativi).

Sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo (RLS) fu descritta per la prima volta nel 1672 da un medico inglese, Thomas Willis. Maggiori dettagli studiati negli anni '40. secolo scorso da un neurologo Karl Ekbom. In onore di questi ricercatori, la sindrome delle gambe senza riposo è chiamata sindrome di Ekbom e malattia di Willis. La prevalenza di questa patologia sensomotoria negli adulti varia dal 5% al ​​10%. Nei bambini è raro, solo nella forma idiopatica. La più suscettibile all'incidenza degli anziani, tra questa fascia di età, la prevalenza è del 15-20%. Secondo studi statistici, le donne soffrono di sindrome di Ecbom 1,5 volte più spesso dei maschi. Tuttavia, quando si valutano questi dati, è necessario tenere conto dell'accessibilità elevata delle donne ai medici. Le osservazioni cliniche indicano che circa il 15% dell'insonnia cronica (insonnia) è dovuta a RLS. A questo proposito, la sindrome delle gambe senza riposo e il suo trattamento sono un compito urgente di sonnologia clinica e neurologia.

Cause della sindrome delle gambe senza riposo

Ci sono la sindrome idiopatica (primaria) e sintomatica (secondaria) delle gambe senza riposo. Il primo rappresenta più della metà dei casi. È caratterizzato da un precedente debutto di sintomi clinici (alla 2a e 3a decade di vita). Ci sono casi familiari di malattia, la cui frequenza, secondo varie fonti, è del 30-90%. Recenti studi genetici su RLS hanno rivelato la sua connessione con difetti in alcuni loci di cromosomi 9, 12 e 14. Oggi, è generalmente accettato di comprendere la RLS idiopatica come una patologia multifattoriale, che si forma sotto l'influenza di fattori esterni sullo sfondo della presenza di una predisposizione genetica.

La sindrome sintomatica delle gambe senza riposo si manifesta in media dopo 45 anni ed è osservata in relazione a vari cambiamenti patologici che si verificano nel corpo, principalmente con disordini metabolici, danni ai nervi o ai vasi degli arti inferiori. Le cause più comuni di RLS secondaria sono la gravidanza, la carenza di ferro e grave insufficienza renale, che porta a uremia. Nelle donne in gravidanza, la sindrome di Ecbom si verifica nel 20% dei casi, soprattutto nel 2 ° e 3 ° trimestre. Di norma, passa un mese dopo la consegna, ma in alcuni casi può avere un corso persistente. L'incidenza di RLS in pazienti con uremia raggiunge il 50%, si nota in circa il 33% dei pazienti in emodialisi.

Sindrome delle gambe senza riposo si verifica con una carenza di magnesio, acido folico, cianocobalamina, tiamina; con amiloidosi, diabete, crioglobulinemia, porfiria, alcolismo. Inoltre, RLS può verificarsi sullo sfondo di polineuropatia cronica, malattie del midollo spinale (mielopatia discogenica, mielite, tumori, lesioni del midollo spinale), disturbi vascolari (insufficienza venosa cronica, obliterazione dell'aterosclerosi degli arti inferiori).

La patogenesi non è completamente compresa. Molti autori aderiscono all'ipotesi dopaminergica, secondo la quale la disfunzione del sistema dopaminergico è alla base della RLS. A suo favore, dicono che l'efficacia della terapia con i farmaci dopaminergici, i risultati di alcuni studi con PET, un aumento dei sintomi nel periodo di una diminuzione giornaliera della concentrazione di dopamina nei tessuti cerebrali. Tuttavia, non è ancora chiaro esattamente quali siano le violazioni della dopamina.

I sintomi della sindrome delle gambe senza riposo

I sintomi clinici di base sono disturbi sensoriali (sensibili) sotto forma di dis- e parestesie e disturbi motori sotto forma di attività motoria involontaria. Questo sintomo colpisce principalmente gli arti inferiori ed è bilaterale, sebbene possa essere asimmetrico. I disturbi sensoriali appaiono a riposo in posizione seduta e, più spesso, mentendo. Di regola, la loro massima manifestazione si osserva nel periodo dalle 0 alle 4 del mattino e il più piccolo - nell'intervallo dalle 6 del mattino alle 10 del mattino. I pazienti sono preoccupati per le varie sensazioni alle gambe: formicolio, intorpidimento, pressione, prurito, l'illusione di "correre la pelle d'oca sulle gambe" o la sensazione che "qualcuno si stia grattando". Questi sintomi non hanno una natura dolorosa acuta, ma sono molto scomodi e dolorosi.

Molto spesso, il luogo originale in cui si verificano i disturbi sensoriali sono le gambe, meno spesso - i piedi. Con lo sviluppo della malattia le parestesie coprono i fianchi, possono verificarsi nelle mani, perineo, in alcuni casi - sul corpo. Nel debutto della malattia, il disagio alle gambe appare dopo 15-30 minuti. dal momento in cui il paziente è andato a letto. Con il progredire della sindrome, si osserva la loro comparsa precoce, fino alla comparsa durante il giorno. Una caratteristica distintiva dei disturbi sensoriali in RLS è la loro scomparsa durante il periodo di attività motoria. Per alleviare il disagio, i pazienti sono costretti a muovere le gambe (piegare, raddrizzare, ruotare, scuotere), massaggiarli, camminare sul posto, muoversi nella stanza. Ma spesso, non appena si sdraiano di nuovo o smettono di muovere le gambe, i sintomi spiacevoli ritornano di nuovo. Nel corso del tempo, ogni paziente si forma un rituale motorio individuale, consentendo il più efficace per sbarazzarsi del disagio.

Circa l'80% dei pazienti con sindrome di Ekbom soffre di eccessiva attività motoria, i cui episodi li disturbano di notte. Tali movimenti hanno una natura ripetitiva stereotipata, si verificano nei piedi. Rappresentano la flessione dorsale dell'alluce o di tutte le dita dei piedi, la loro diluizione ai lati, la flessione e l'estensione dell'intero piede. Nei casi più gravi, può verificarsi un movimento dell'estensore della flessione nelle articolazioni del ginocchio e dell'anca. Un episodio di attività motoria involontaria consiste in una serie di movimenti, ognuno dei quali richiede non più di 5 s, l'intervallo di tempo tra le serie è in media 30 s. La durata dell'episodio varia da pochi minuti a 2-3 ore. In casi lievi, questi disturbi del movimento passano inosservati dal paziente e vengono rilevati durante la polisonnografia. Nei casi più gravi, gli episodi motori portano a risvegli notturni e possono verificarsi più volte durante la notte.

L'insonnia è una conseguenza dei disturbi sensomotori notturni. A causa dei frequenti risvegli notturni e del difficile addormentamento, i pazienti non dormono abbastanza e si sentono affaticati dopo il sonno. Durante il giorno, hanno prestazioni ridotte, si verifica la capacità di concentrazione, sofferenza e stanchezza. Come conseguenza di un disturbo del sonno, possono verificarsi irritabilità, labilità emotiva, depressione e nevrastenia.

Diagnosi della sindrome delle gambe senza riposo

La diagnosi di RLS non presenta difficoltà significative per il neurologo, tuttavia richiede un attento esame del paziente per la presenza della malattia che lo ha causato. All'atto dell'esistenza dell'ultimo nello stato neurologico i cambiamenti corrispondenti possono venire alla luce. Con la natura idiopatica di RLS, lo stato neurologico è irrilevante. Per scopi diagnostici, polisonnografia, elettroneuromiografia, studio del livello di ferro (ferritina), magnesio, acido folico, vitamine c. B, fattore reumatoide, valutazione della funzionalità renale (biochimica del sangue, test Reberg), USDG delle navi degli arti inferiori, ecc.

La polisonnografia consente di registrare atti motori involontari. Dato che la loro gravità corrisponde all'intensità delle manifestazioni sensibili di RLS, secondo la polisonnografia, è possibile valutare oggettivamente l'efficacia della terapia eseguita. È necessario differenziare la sindrome delle gambe senza riposo dai bastioni notturni, i disturbi d'ansia, l'acatisia, la fibromialgia, la polineuropatia, i disturbi vascolari, l'artrite, ecc.

Trattamento della sindrome delle gambe senza riposo

La terapia per RLS secondaria si basa sul trattamento di una malattia causale. Una diminuzione della concentrazione di ferritina sierica inferiore a 45 μg / ml è un'indicazione per la prescrizione di preparati di ferro. Se vengono rilevate altre condizioni carenti, vengono corrette. La sindrome idiopatica delle gambe senza riposo non ha un trattamento etiopatogenetico, è trattata con una terapia sintomatica farmacologica e non farmacologica. È necessario rivedere i farmaci presi prima di stabilire la diagnosi di RLS. Spesso sono neurolettici, antidepressivi, antagonisti del calcio, ecc. Droghe sintomatiche.

La normalizzazione del regime, l'esercizio moderato durante il giorno, la camminata prima di coricarsi, un rituale speciale di addormentarsi, pasti senza usare prodotti contenenti caffeina, evitare alcol e fumo e un pediluvio caldo prima del sonno sono importanti come misure non farmacologiche. In alcuni pazienti, alcuni tipi di fisioterapia (magnetoterapia, darsonvalizzazione delle gambe, massaggio) danno un buon effetto.

La sindrome delle gambe senza riposo richiede farmaci per sintomi gravi e disturbi del sonno cronici. Nei casi lievi, è sufficiente la nomina di medicinali a base di erbe sedative (valeriana, motherwort). Nei casi più gravi, la terapia viene eseguita con uno o più farmaci dei seguenti gruppi: anticonvulsivanti, benzodiazepine (clonazepam, alprazolam), agenti dopaminergici (levodopa, levodopa + benserazide, bromocriptina, pramipexolo). Eliminando efficacemente i sintomi della RLS, i farmaci dopaminergici non risolvono sempre i problemi del sonno. In tali situazioni, sono prescritti in combinazione con benzodiazepine o sedativi.

Una cura speciale richiede il trattamento della RLS durante la gravidanza. Cercano di usare solo terapie non farmacologiche, sedativi blandi e, se indicato, preparazioni di ferro o acido folico. Se necessario, è possibile assegnare piccole dosi di levodopa o clonazepam. Antidepressivi e neurolettici sono controindicati nei pazienti con sindrome depressiva, gli inibitori MAO sono utilizzati in terapia. I farmaci oppioidi (tramadolo, codeina, ecc.) Possono ridurre significativamente la sindrome delle gambe senza riposo, ma a causa della probabilità di dipendenza, vengono utilizzati solo in casi eccezionali.

Prognosi e prevenzione della sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo idiopatica è solitamente caratterizzata da un lento aumento dei sintomi. Tuttavia, il suo decorso è irregolare: possono esserci periodi di remissione e periodi di esacerbazione dei sintomi. Questi ultimi sono provocati da carichi intensi, stress, cibi contenenti caffeina e gravidanza. Circa il 15% dei pazienti ha una remissione prolungata (fino a diversi anni). Il decorso della RLS sintomatica è associato alla malattia di base. Nella maggior parte dei pazienti, una terapia adeguatamente selezionata consente di ottenere una riduzione significativa della gravità dei sintomi e un miglioramento significativo della qualità della vita.

La prevenzione della RLS secondaria comprende il trattamento tempestivo e di successo delle malattie renali, dei disturbi vascolari, delle lesioni del midollo spinale e delle malattie reumatiche; correzione di vari stati carenti, disturbi metabolici, ecc. La prevenzione della RLS idiopatica viene promossa osservando un normale regime giornaliero, evitando situazioni stressanti e carichi eccessivi, evitando bevande contenenti alcool e caffeina.

Sindrome delle gambe senza riposo: sintomi e trattamento

Hai mai avuto sensazioni spiacevoli nelle gambe, un irresistibile desiderio di muoverle e l'incapacità di addormentarsi? Penso che alcuni risponderanno a questa domanda in senso affermativo. E se questo non è un incidente, ma una ripetizione sistematica di giorno in giorno? In questo caso, questi possono essere sintomi di una condizione come la sindrome delle gambe senza riposo. Cos'è questo?

La sindrome delle gambe senza riposo è una condizione patologica del sistema nervoso, in cui una persona ha sensazioni spiacevoli principalmente negli arti inferiori con un desiderio irresistibile di muoverle costantemente. Questi sintomi impediscono a un malato di dormire e talvolta causano depressione. In oltre la metà di tutti i casi di sindrome delle gambe senza riposo, la causa diretta della malattia non può essere identificata, cioè avviene indipendentemente e spontaneamente. I casi rimanenti sono provocati da altre malattie e condizioni del corpo (il più delle volte a causa di insufficienza renale cronica, durante la gravidanza e una carenza di ferro nel corpo).

Una caratteristica della malattia è l'assenza di segni durante l'esame neurologico, cioè la diagnosi di questa condizione si basa solo su manifestazioni cliniche. Il trattamento è complesso, richiede l'uso di metodi non farmacologici e farmacologici. In questo articolo sarete in grado di conoscere le cause, i principali segni della sindrome delle gambe senza riposo e i metodi del suo trattamento.

Statistiche e background storico

Nonostante l'apparente rarità della malattia, si verifica nel 5-10% della popolazione mondiale. Evidenziare semplicemente tutti i sintomi in una diagnosi separata è piuttosto raro (sfortunatamente, a causa della mancanza di consapevolezza del personale medico).

L'umanità conosce da tempo la sindrome delle gambe senza riposo. La prima descrizione è stata data nel 1672 da Thomas Willis, ma questo problema è stato studiato abbastanza bene solo negli anni '40 del XX secolo dallo svedese Ekbom, quindi a volte questa malattia è usata sotto il nome di questi scienziati - malattia di Willis o malattia di Ekbom.

La malattia più comune tra le persone di mezza età e di età avanzata. Il sesso femminile soffre più di 1,5 volte. Circa il 15% dei casi di insonnia cronica sono causati dalla sindrome delle gambe senza riposo.

motivi

Tutti gli episodi della sindrome delle gambe senza riposo sono divisi in due gruppi, a seconda della causa. Di conseguenza, sono assegnati:

  • sindrome delle gambe senza riposo primarie (idiopatiche);
  • sindrome delle gambe senza riposo secondaria (sintomatica).

Questa divisione non è casuale, perché la tattica del trattamento è leggermente diversa nella sindrome idiopatica e sintomatica.

La sindrome primaria delle gambe senza riposo è più del 50% dei casi. In questo caso, la malattia si verifica spontaneamente, sullo sfondo di un completo benessere. Viene tracciata una certa connessione ereditaria (sono state identificate alcune sezioni 9, 12 e 14 dei cromosomi, cambiamenti nei quali causano lo sviluppo della sindrome), ma non si può dire che la malattia sia esclusivamente ereditaria. Gli scienziati suggeriscono che in tali casi la predisposizione ereditaria si realizza sullo sfondo della coincidenza di un numero di fattori esterni. Di norma, la sindrome primaria delle gambe senza riposo si verifica nei primi 30 anni di vita (quindi si parla dell'inizio precoce della malattia). La malattia accompagna il paziente per tutta la vita, allentando periodicamente la sua presa, periodicamente aumentando. Possibili periodi di remissione completa per diversi anni.

La sindrome secondaria delle gambe senza riposo è una conseguenza di un numero di malattie somatiche e neurologiche, la cui eliminazione porta alla scomparsa dei sintomi. Tra queste condizioni sono più comuni:

  • insufficienza renale cronica (fino al 50% di tutti i suoi casi sono accompagnati da sindrome delle gambe senza riposo);
  • anemia dovuta a carenza di ferro nel corpo;
  • diabete mellito;
  • carenza di alcune vitamine (B1, il12, acido folico) e oligoelementi (magnesio);
  • amiloidosi;
  • artrite reumatoide;
  • crioglobulinemia;
  • malattia della tiroide;
  • l'alcolismo;
  • afflusso sanguigno alle estremità inferiori (sia arteriosi che venosi);
  • radicolopatia;
  • sclerosi multipla;
  • tumori e lesioni del midollo spinale.

Paradossalmente, le normali condizioni fisiologiche del corpo possono anche causare la sindrome delle gambe senza riposo secondaria. C'è una visione della gravidanza. Fino al 20% di tutte le donne in gravidanza nel II e III trimestre, e talvolta dopo il parto, si lamentano dei sintomi caratteristici della sindrome delle gambe senza riposo.

Un'altra causa della sindrome delle gambe senza riposo secondaria può essere l'uso di alcuni farmaci: antipsicotici, calcio antagonisti, antiemetici a base di metoclopramide, preparazioni al litio, un numero di antidepressivi, alcuni antistaminici e anticonvulsivi. Inoltre, il consumo eccessivo di caffeina può scatenare sintomi di malattia.

La sindrome secondaria delle gambe senza riposo si verifica dopo il primario, in media, dopo 45 anni (ad eccezione dei casi correlati alla gravidanza). In questo caso, dicono della comparsa tardiva della malattia. Il suo corso dipende interamente dalla causa. Di norma, la sindrome secondaria delle gambe senza riposo non ha remissione ed è accompagnata da una progressione lenta ma costante (se non trattata, la malattia lo ha causato).

Con l'aiuto dei moderni metodi di ricerca, si è scoperto che la base della sindrome delle gambe senza riposo è un difetto nel sistema dopaminergico del cervello. La dopamina è uno dei trasmettitori del cervello che trasporta informazioni da un neurone all'altro. La disfunzione dei neuroni produttori di dopamina porta a una serie di segni di sindrome delle gambe senza riposo. Inoltre, parte dei neuroni ipotalamici che regolano i ritmi circadiani (sonno-veglia basato sul cambiamento di notte e giorno) è anche correlata alla comparsa di questa sindrome. L'insorgere della malattia sullo sfondo di problemi con il sistema nervoso periferico è associato all'implementazione di una predisposizione genetica sullo sfondo dell'azione dei fattori provocatori. Non è noto un meccanismo affidabile per la formazione della sindrome delle gambe senza riposo.

sintomi

I principali segni della malattia sono:

  • disagio agli arti inferiori. La parola "spiacevole" significa un'intera gamma di fenomeni: formicolio, bruciore, gattonare, contrazioni, formicolio, stiramento, prurito, dolore acuto cerebrale o tagliente. A volte i pazienti non riescono a trovare la parola per caratterizzare i loro sentimenti. Molto spesso, queste sensazioni si verificano nelle gambe, ma non in modo simmetrico, ma con una predominanza nell'uno o nell'altro arto. È possibile anche un esordio unilaterale della malattia, ma il processo coprirà comunque entrambi gli arti. Dopo gli stinchi, questi segni appaiono nei piedi, nelle ginocchia e nei fianchi. Nei casi più gravi, coinvolti le mani, il busto, il cavallo. Quindi le sensazioni diventano semplicemente insopportabili;
  • la necessità di muovere costantemente gli arti, in cui c'erano disagi. Perché bisogno? Perché in un altro modo una persona semplicemente non può liberarsi di queste sensazioni, e il movimento porta sollievo evidente o addirittura la scomparsa dei sintomi. Ma non appena la persona si ferma, riappare il disagio ossessivo;
  • disturbo del sonno. Il fatto è che l'insorgenza di disagio alle gambe è associata a un ritmo quotidiano. Di regola, appaiono pochi minuti dopo essere andati a letto e quindi non permettono di addormentarsi. Inoltre, tali sentimenti sorgono durante il periodo di riposo. La gravità massima dei sintomi cade nella prima metà della notte, diminuisce al mattino, e nella prima metà della giornata non possono esserci sintomi. Si scopre che una persona non può dormire. È costretto a muovere costantemente le gambe, scuotere e massaggiare le sue membra, gettare e girare nel letto, alzarsi e girovagare per liberarsi delle sensazioni. Ma non appena torna a letto, arriva una nuova onda. La mancanza di sonno durante la notte porta a sonnolenza diurna, prestazioni ridotte. Nei casi più gravi, il ritmo quotidiano si perde e i sintomi diventano permanenti;
  • comparsa di movimenti periodici degli arti nel sonno. Se il paziente riesce ancora ad addormentarsi, allora nel sogno contrae involontariamente i muscoli delle gambe. Ad esempio, dita dei piedi e / o dita a ventaglio si allargano, le ginocchia si piegano e talvolta i fianchi. I movimenti sono solitamente stereotipati. Nei casi più gravi, le mani sono coinvolte. Se il movimento è insignificante nella sua ampiezza, allora la persona non si sveglia. Ma il più delle volte, tali movimenti portano al risveglio di un paziente già stremato dalla mancanza di sonno. Tali episodi possono essere ripetuti un numero infinito di volte per notte. Questa ora del giorno diventa tortura per il paziente;
  • insorgenza di depressione. La mancanza prolungata di sonno, il disagio incessante agli arti, la perdita di prestazioni e persino la paura del crepuscolo possono provocare l'insorgenza di disturbi depressivi.

Da quanto sopra, diventa chiaro che tutti i principali sintomi della sindrome delle gambe senza riposo sono associati a sensazioni soggettive. Nella maggior parte dei casi, un esame neurologico di questi pazienti non rivela alcun sintomo neurologico focale, disturbi della sensibilità o riflessi. Solo se la sindrome delle gambe senza riposo si sviluppa sullo sfondo della patologia esistente del sistema nervoso (radicolopatia, sclerosi multipla, tumori del midollo spinale, ecc.), Allora i cambiamenti nello stato neurologico sono confermati, confermando queste diagnosi. Cioè, la stessa sindrome delle gambe senza riposo non ha manifestazioni che possono essere rilevate durante l'esame.

diagnostica

È proprio perché i sintomi principali della sindrome delle gambe senza riposo sono associati a sensazioni soggettive che vengono presentate al paziente come lamentele secondo cui la diagnosi di questa malattia si basa esclusivamente sui segni clinici.

Ulteriori metodi di ricerca in questo caso vengono eseguiti al fine di trovare una possibile causa della malattia. Infatti, alcune condizioni patologiche possono procedere in modo impercettibile per il paziente, manifestandosi solo nella sindrome delle gambe senza riposo (ad esempio, carenza di ferro nel corpo o nella fase iniziale di un tumore del midollo spinale). Pertanto, tali pazienti sono sottoposti a un esame del sangue generale, all'analisi del sangue per lo zucchero, all'analisi delle urine, determinano il livello di ferritina nel plasma (riflette la saturazione del corpo con il ferro), effettuano elettroneuromiografia (mostra lo stato dei conduttori nervosi). Questa non è l'intera lista di esami possibili, ma solo quelli che vengono eseguiti su quasi tutti i pazienti con lamentele simili. L'elenco di ulteriori metodi di ricerca è determinato individualmente.

Uno dei metodi di ricerca che conferma indirettamente la presenza della sindrome delle gambe senza riposo è la polisonnografia. Questo è uno studio al computer della fase del sonno di una persona. Allo stesso tempo, un certo numero di parametri sono registrati: elettrocardiogrammi, elettromiogrammi, movimenti delle gambe, parete toracica e addominale, registrazione video del sonno stesso e così via. Durante la polisonnografia vengono registrati movimenti periodici degli arti che accompagnano la sindrome delle gambe senza riposo. A seconda del loro numero, determina in modo condizionale la gravità della sindrome:

  • flusso facile - fino a 20 movimenti all'ora;
  • gravità moderata - da 20 a 60 movimenti all'ora;
  • forte corrente - più di 60 movimenti all'ora.

trattamento

Il trattamento della sindrome delle gambe senza riposo dipende, prima di tutto, dalla sua varietà.

La sindrome delle gambe senza riposo secondaria richiede il trattamento della malattia di base, poiché la sua eliminazione o riduzione delle manifestazioni contribuisce alla regressione dei segni della sindrome delle gambe senza riposo. L'eliminazione della carenza di ferro, la normalizzazione dei livelli di glucosio nel sangue, il reintegro di carenze vitaminiche, il magnesio e simili, portano ad una significativa riduzione dei sintomi. Il resto è completato da farmaci e metodi non farmacologici per il trattamento della stessa sindrome delle gambe senza riposo.

La sindrome della gamba senza riposo primaria viene trattata sintomaticamente.

Tutte le misure per aiutare con questa malattia sono divise in non-droga e droga.

  • l'abolizione dei farmaci che possono migliorare i sintomi (antipsicotici, antidepressivi, antiemetici, ecc.) L'elenco dei farmaci è stato espresso sopra). Se possibile, dovrebbero essere sostituiti con altri mezzi;
  • la caffeina dovrebbe essere evitata (caffè, tè forte, coca-cola, bevande energetiche, cioccolato) e alcol;
  • smettere di fumare;
  • creando condizioni confortevoli per addormentarsi. Implica di andare a letto allo stesso tempo, un letto comodo, una sorta di rituale della buonanotte;
  • camminare prima di coricarsi;
  • esercizio moderato durante il giorno. Solo non eccitante tipo: fit yoga, Pilates, nuoto. Ma dal basket, dalla pallavolo, dalle danze latino americane e dalle classi più dettagliate è meglio astenersi;
  • pediluvio caldo o strofinare i piedi prima di coricarsi;
  • doccia calda;
  • elettrostimolazione percutanea;
  • massaggio di vibrazione;
  • agopuntura;
  • metodi fisioterapici: magnetoterapia, darsonvalutazione, fangoterapia.

Nei casi di malattia lieve, solo queste misure possono essere sufficienti e la malattia si ritirerà. Se non aiutano, e la malattia causa una rottura persistente del sonno e della vita, allora ricorrono alla droga.

  • agenti dopaminergici (preparati contenenti L-DOPA - Nacom, Madopar, Sinemet, agonisti del recettore della dopamina - Pramipexolo Pronoran, Bromocriptina). Questi sono farmaci di prima scelta, iniziano il trattamento con loro. Per i preparati contenenti L-DOPA, il dosaggio iniziale è di 50 mg di levodopa 1-2 ore prima del sonno. Se questo non è abbastanza, quindi in circa una settimana, la dose viene aumentata di altri 50 mg. La dose massima è di 200 mg. Gli agonisti dei recettori della dopamina hanno un effetto paragonabile in effetti ai preparati L - DOPA. Il pramipexolo è prescritto a partire da 0,125 mg, il dosaggio può essere aumentato a 1 mg, Bromocriptine - da 1,25 mg (a 7,5 mg), Pronoran - da 50 mg (a 150 mg). Se un agonista del recettore della dopamina è inefficace, è consigliabile sostituirlo con un altro. C'è solo una caratteristica dell'uso di droghe dopaminergiche: non normalizzano il sonno. Pertanto, nei casi in cui l'eliminazione di sensazioni sgradevoli e movimenti periodici alle estremità non è accompagnata dal ripristino della struttura del sonno, ricorrere all'aggiunta di sedativi;
  • benzodiazepine. Tra questo gruppo chimico, il Clonazepam è più comunemente usato (a partire da 0,5 mg a notte e fino a 2 mg) e Alprazolam (da 0,25 mg a 0,5 mg durante la notte). Le benzodiazepine hanno un maggiore effetto sul sonno rispetto alle sensazioni spiacevoli e ai movimenti periodici delle gambe, quindi appartengono a farmaci "di riserva" per il trattamento della sindrome delle gambe senza riposo;
  • anticonvulsivanti (gabapentin, Neurontin, carbamazepina) e oppioidi (tramadolo, codeina, diidrocodeina, ossicodone). Questi farmaci sono utilizzati in ultima istanza solo se i farmaci dopaminergici e benzodiazepinici sono stati inefficaci o hanno pronunciato effetti collaterali. Gabapentin è prescritto in dosaggio crescente, a partire da 300 mg e raggiunge la dose massima di 2700 mg (si fermano alla dose che ha un effetto). L'intera dose viene assunta di notte alla volta. Il tramadolo viene assunto in una dose di 50-400 mg alla notte, codeina in una dose di 15-60 mg, diidrocodeina in una dose di 60-120 mg e ossicodone in una dose di 2,5-20 mg. Questi stupefacenti sono usati solo nei casi gravi di sindrome delle gambe senza riposo, in quanto possono creare dipendenza.

La particolarità del trattamento medico della sindrome delle gambe senza riposo è che potrebbe essere necessario assumere farmaci a lungo termine (per anni). Pertanto, è necessario cercare di ottenere l'effetto del trattamento con il dosaggio minimo. A poco a poco, lo sviluppo di una certa dipendenza dal farmaco è possibile, il che richiede un aumento della dose. A volte devi cambiare un farmaco con un altro. In ogni caso, è necessario lottare per la monoterapia, cioè per alleviare i sintomi con un singolo farmaco. La combinazione deve essere utilizzata nel caso più recente.

Ci sono tali casi della malattia, quando il paziente ha bisogno di farmaci solo durante un significativo aumento dei sintomi, e per il resto, costa solo con metodi non farmacologici.

Se la sindrome delle gambe senza riposo porta allo sviluppo della depressione, allora, in questo caso, viene trattata con l'aiuto di inibitori selettivi delle monoaminossidasi (Moclobemide, Béfol e altri) e Trazodone. I restanti antidepressivi possono contribuire al peggioramento della sindrome delle gambe senza riposo.

Di solito l'uso di tutte le misure nel complesso dà un risultato positivo. La malattia può essere ovattata e la persona ritorna al ritmo normale della vita.

Il trattamento delle donne in gravidanza è molto difficile, poiché la maggior parte dei farmaci è controindicata in questa condizione. Pertanto, stanno cercando di identificare la causa (se possibile) ed eliminarla (per esempio, per compensare la mancanza di ferro prelevandola dall'esterno), e anche di gestire con metodi non farmacologici. In casi estremi, nei casi gravi, il clonazepam viene prescritto per un po 'o piccole dosi di Levodopa.

Quindi, la sindrome delle gambe senza riposo è una malattia abbastanza comune, i cui sintomi a volte non sono nemmeno importanti per i medici stessi. Non possono essere considerati come una malattia separata, ma solo come parte dei reclami standard da pazienti con disturbi del sonno o depressione. E i pazienti continuano a soffrire. E invano. Dopo tutto, la sindrome delle gambe senza riposo è trattata con successo, è solo necessario riconoscerla correttamente.

Clinica europea "Siena-Med", un video su "Trattamento della sindrome delle gambe senza riposo. Clinica, diagnosi ":

Sindrome delle gambe senza riposo, che cos'è? Sintomi e trattamento

Malattia di Willis - al momento attuale, una comune malattia neurologica, chiamata popolarmente sindrome delle gambe senza riposo. Esprime il disagio alle gambe. A causa di questa condizione, si desidera spostare costantemente le gambe, prurito, bruciore, "pelle d'oca" sulla pelle. La patologia è sgradevole: dopo una dura giornata di lavoro, è impossibile dormire, sdraiarsi in uno stato calmo.

Molto spesso la sindrome si manifesta in persone di oltre 40 anni, ma anche i giovani si ammalano. Nelle donne, la malattia è più comune che negli uomini. È spiegato dal fatto che negli uomini il sistema nervoso è considerato più forte. Le cause della malattia variano.

Cos'è?

La sindrome delle gambe senza riposo (RLS) è una condizione caratterizzata da sensazioni spiacevoli agli arti inferiori, che appaiono a riposo (di solito la sera e la notte), causando al paziente movimenti che li agevolano e spesso portano a disturbi del sonno.

Studi di popolazione moderni mostrano che la prevalenza di RLS è 2-10%. RLS si verifica in tutte le fasce di età, ma è più comune nella mezza età e nella vecchiaia. RLS provoca circa il 15% dei casi di insonnia cronica - insonnia.

cause di

La sindrome primaria è un po 'studiata, i giovani fino a 30 anni sono malati. Non associato a malattie gravi, rappresenta fino al 50%. Accompagnare una persona per tutta la vita, alternando periodi di progressione e remissione. Sorge improvvisamente, le ragioni non vengono chiarite, può essere:

  • ereditarietà nel 20-70% dei casi;
  • interruzione del sistema nervoso centrale;
  • circostanze psicologiche (stress, depressione, stanchezza).

La sindrome secondaria - si manifesta sullo sfondo della malattia principale (neurologica o somatica), scompare dopo la loro eliminazione. Spesso trovato:

  • interruzione dell'erogazione di sangue;
  • malattia renale, artrite;
  • carenza di vitamine (gruppo B) e carenza di magnesio;
  • anemia con carenza di ferro;
  • diabete, malattia della tiroide;
  • abuso di alcol, tabacco, caffeina;
  • trattamento con determinati farmaci.

La sindrome secondaria si verifica dopo 40 anni o più tardi. L'eccezione è la gravidanza. Oltre il 16% delle donne in gravidanza soffre di questa malattia, 3 volte di più rispetto alle non gravide. Esiste una possibilità di trasmissione genetica di RLS dalla madre al feto, che è una minaccia per il trasporto del bambino.

patogenesi

L'efficacia degli agenti dopaminergici e la possibilità di peggioramento dei sintomi sotto l'influenza di neurolettici indicano che l'elemento chiave nella patogenesi della RLS è la carenza di sistemi dopaminergici. Un chiaro ritmo giornaliero delle manifestazioni cliniche di RLS può riflettere il coinvolgimento delle strutture dell'ipotalamo, in particolare il nucleo soprachiasmico, che regola i cicli quotidiani dei processi fisiologici nel corpo.

È possibile che in alcuni pazienti con RLS, polineuropatia, carenza di ferro, abuso di caffè o altri fattori rivelino solo la predisposizione genetica esistente, che offusca in parte il confine tra varianti idiopatiche e sintomatiche di RLS.

Sintomi di sc

Caratterizzato da un sintomo sotto forma di comparsa di sensazioni spiacevoli che accoltellano, graffiano, prurito, pressano o inarcano la natura negli arti inferiori. La manifestazione dei sintomi si verifica principalmente a riposo, con l'attività fisica, sono significativamente ridotti.

Per alleviare la condizione, i pazienti ricorrono a varie manipolazioni - si stirano e si flettono, massaggiano, scuotono e massaggiano gli arti, spesso si girano e dormono durante il sonno, si alzano dal letto e si spostano da un lato all'altro o si spostano da un piede all'altro. Tali attività aiutano a fermare i sintomi della sindrome delle gambe senza riposo, ma non appena il paziente va a letto di nuovo, o semplicemente si ferma, ritornano. Un sintomo caratteristico della sindrome è la manifestazione dei sintomi allo stesso tempo, in media, la gravità massima che raggiunge dalle 12 alle 4 del mattino, il minimo è dalle 6 alle 10 del mattino.

Nei casi avanzati, con l'assenza prolungata di trattamento, il ritmo giornaliero della sindrome delle gambe senza riposo scompare, i sintomi compaiono in qualsiasi momento, anche in uno stato di seduta. Una situazione del genere rende la vita difficile per il paziente - è difficile per lui resistere a lunghi viaggi nel trasporto, lavorare al computer, andare al cinema, nei teatri, ecc.

A causa della necessità di fare costantemente movimenti durante il sonno, nel tempo, il paziente diventa insonnia, che porta a fatica e sonnolenza durante il giorno.

diagnostica

Metodi diagnostici di base:

  1. Esame del sangue per ferro, magnesio e acido folico. Aiuta a determinare la deficienza degli elementi elencati, che possono provocare fattori patologici.
  2. L'elettroneuromiografia è un metodo per studiare i nervi e i muscoli con l'ausilio di attrezzature speciali. Allo stesso tempo, i sensori sensibili sono collegati a diverse parti del corpo e diagnosticano il grado di eccitabilità elettrica di un particolare gruppo muscolare.
  3. Polismonografia: un approccio integrato per diagnosticare l'attività locomotoria durante il sonno. Sensori speciali registrano l'eccitazione e l'attività muscolare. A differenza dell'elettroneuromiografia, una persona è in uno stato dormiente.

Come trattare la sindrome delle gambe stanche?

È stato sviluppato un algoritmo specifico per il trattamento della sindrome delle gambe stanche, che comprende un numero di procedure. Questo include:

  • aiuto psicoterapeuta;
  • rimedi popolari e omeopatia;
  • terapia farmacologica;
  • fisioterapia e fisioterapia;
  • auto aiuto, cerimonia della buonanotte.

Dopo la diagnosi, puoi procedere al trattamento complesso della malattia di Ecbom.

Trattamento farmacologico

Nei casi di malattia lieve, solo queste misure possono essere sufficienti e la malattia si ritirerà. Se non aiutano, e la malattia causa una rottura persistente del sonno e della vita, allora ricorrono alla droga.

Farmaci usati per la malattia:

  1. Agenti dopaminergici (preparati contenenti L-DOPA - Nacom, Madopar, Sinemet, agonisti del recettore della dopamina - Pramipexolo Pronoran, Bromocriptina). Questi sono farmaci di prima scelta, iniziano il trattamento con loro. Per i preparati contenenti L-DOPA, il dosaggio iniziale è di 50 mg di levodopa 1-2 ore prima del sonno. Se questo non è abbastanza, quindi in circa una settimana, la dose viene aumentata di altri 50 mg. La dose massima è di 200 mg. Gli agonisti dei recettori della dopamina hanno un effetto paragonabile in effetti ai preparati L - DOPA. Il pramipexolo è prescritto a partire da 0,125 mg, il dosaggio può essere aumentato a 1 mg, Bromocriptine - da 1,25 mg (a 7,5 mg), Pronoran - da 50 mg (a 150 mg). Se un agonista del recettore della dopamina è inefficace, è consigliabile sostituirlo con un altro.
  2. Benzodiazepine. Tra questo gruppo chimico, il Clonazepam è più comunemente usato (a partire da 0,5 mg a notte e fino a 2 mg) e Alprazolam (da 0,25 mg a 0,5 mg durante la notte). Le benzodiazepine hanno un effetto maggiore sul sonno rispetto alle sensazioni spiacevoli e ai movimenti periodici delle gambe, quindi appartengono a farmaci "di riserva" per il trattamento della sindrome delle gambe senza riposo.
  3. Anticonvulsivi (gabapentin, Neurontin, carbamazepina) e oppioidi (tramadolo, codeina, diidrocodeina, ossicodone). Questi farmaci sono utilizzati in ultima istanza solo se i farmaci dopaminergici e benzodiazepinici sono stati inefficaci o hanno pronunciato effetti collaterali. Gabapentin è prescritto in dosaggio crescente, a partire da 300 mg e raggiunge la dose massima di 2700 mg (si fermano alla dose che ha un effetto). L'intera dose viene assunta di notte alla volta. Il tramadolo viene assunto in una dose di 50-400 mg alla notte, codeina in una dose di 15-60 mg, diidrocodeina in una dose di 60-120 mg e ossicodone in una dose di 2,5-20 mg. Questi stupefacenti sono usati solo nei casi gravi di sindrome delle gambe senza riposo, in quanto possono creare dipendenza.

La malattia di Illis è insidiosa perché i pazienti spesso hanno bisogno di farmaci a lungo termine, quindi il medico cerca di selezionare il dosaggio minimo di farmaci per alleviare i sintomi e fornire un effetto tossico sul corpo.

È particolarmente difficile trattare le donne incinte. In questi casi, lo specialista cerca di identificare ed eliminare la causa della malattia. Nella maggior parte dei casi, la colpa è la mancanza di oligoelementi, specialmente di ferro. Questo stato è normalizzato dopo un corso di farmaci contenenti ferro. Se nel corpo si riscontrano disturbi più gravi, i medici raccomandano di eliminare i sintomi della sindrome delle gambe senza riposo in donne in gravidanza con metodi non farmacologici, e piccole dosi di farmaci (di solito Clonazepam o Levodopa) sono prescritte per un breve periodo e solo in casi estremi.

Tecniche aggiuntive

In aggiunta alla terapia farmacologica e al corretto stile di vita, nel trattamento della sindrome di Ekbom vengono utilizzate procedure fisioterapiche che includono:

  1. Vibromassaggio.
  2. Riflessologia è un metodo in cui gli aghi speciali sono inseriti in punti speciali sul corpo.
  3. Terapia magnetica - l'uso di campi magnetici, che hanno effetto anti-infiammatorio, analgesico e anti-edema.
  4. Darsonvalutazione della tibia - con l'aiuto di un dispositivo speciale, un impatto su una certa parte del corpo viene effettuato da una corrente ad alta frequenza rapida tempra.
  5. Linfopress - creando una pressione sul sistema linfatico al fine di normalizzare i processi metabolici nel corpo e aumentare il tono delle vene degli arti inferiori.
  6. Applicazioni di fango: un metodo che utilizza il fango terapeutico. Con il suo uso, la circolazione sanguigna è migliorata, il movimento dei globuli rossi è migliorato e il metabolismo è normalizzato.

Rimedi popolari nella lotta contro sc

Per alleviare la condizione delle gambe senza riposo, sono descritti alcuni consigli di medicina tradizionale, che possono essere usati insieme a trattamenti complessi:

  1. Olio di alloro Aggiungere 30 g di alloro a 100 ml di olio d'oliva e lasciare infondere il liquido in un luogo buio per circa 2 settimane. Con l'infusione ottenuta, dovresti fare un massaggio ai piedi ogni sera prima di andare a letto.
  2. Tè calmante Questa bevanda aiuterà a migliorare il sonno, calmare e rilassare i muscoli. Avrai bisogno di una miscela di radice di valeriana, erba di origano e menta. Inoltre, è necessario risciacquare 10 fianchi. Puoi utilizzare sia la versione secca che quella fresca. Successivamente, nel bollitore è necessario mettere dogrose e 1 cucchiaino. miscele di erbe. Quindi versare tutti i 400 ml di acqua bollente e lasciare riposare per almeno 40 minuti. Prendere questo tè dovrebbe essere 2 ore prima di andare a letto per un mese per 1 bicchiere.
  3. Tintura di rafano. Le radici e le foglie tritate di rafano versano alcol o vodka e vanno via per 4-5 giorni in un luogo buio. Strofina regolarmente i piedi con questo strumento.
  4. Bagno di guarigione È necessario preparare un decotto di assenzio, rosmarino e lime. Tutte le erbe devono essere mescolate e 3 cucchiai. l. versare 1 litro di acqua bollente. Far bollire per 15 minuti. Quindi citare, filtrare e aggiungere liquido al pediluvio. Per 3 litri di acqua hai bisogno di 1 litro di brodo. La temperatura dovrebbe essere di almeno 38 gradi. Il tempo di esposizione è di 15 minuti. Per fare tali bagni dovrebbe essere ogni altro giorno per un mese.
  5. Tintura di baffi d'oro. Strofina gli arti inferiori con una tintura farmaceutica prima di andare a letto.
  6. Infuso di biancospino Brew 1 cucchiaio. l. bacche di biancospino con un bicchiere di acqua bollente e bere un drink poco prima di coricarsi. Questo calmerà il sistema nervoso e aiuterà ad alleviare il disagio alle gambe.

Non automedicare, soprattutto se non sei sicuro della tua diagnosi! Consultare un medico che può confermare o negare i propri sospetti sulla sindrome delle gambe senza riposo e raccomandare come affrontare il dolore.

Trattamento domiciliare

A casa, è possibile rispettare pienamente tutte le misure che riducono al minimo i sintomi della malattia.

  1. È necessario formare il proprio schema del sonno: addormentarsi e svegliarsi allo stesso tempo. Se il paziente soffre di disturbi neuropsichiatrici, allora il medico consiglia necessariamente di addestrare la mente.
  2. Esercizio. L'esercizio moderato ha un effetto positivo sulla condizione delle gambe. Durante il giorno e prima di andare a dormire, è utile l'esercizio fisico, la camminata, il pilates, il nuoto, lo yoga o lo stretching. Ma gli sport troppo attivi possono innescare un aumento dei sintomi, quindi correre, saltare, giocare a calcio e pallavolo sono controindicati per le persone che soffrono di malattia di Willis.
  3. Contrasto perfusione. Prendere bagni a piedi a contrasto, alternando acqua calda e fredda.
  4. Hobby. A casa puoi trovare qualcosa da fare: disegnare, lavorare a maglia, leggere. L'attenzione aiuta ad alleviare lo stress.
  5. Massaggio sistematico ai piedi Strofinare gli arti inferiori prima di coricarsi può ridurre il disagio e rendere più facile addormentarsi.

Puoi prendere la crema o ricorrere a rimedi popolari, che abbiamo indicato prima. Assicurati di rinunciare agli alimenti contenenti caffeina. Mangia cibi di ferro, dormi in calzini di cotone. Alcune fonti parlano dei vantaggi di indossare calzini di lana di pecora. Non gorgogliare la notte. Avendo una carica di energia, il corpo sarà più difficile da dormire.

prevenzione

Non c'è consenso su come sbarazzarsi di attacchi spiacevoli alle gambe durante la notte. Ogni paziente ha i suoi metodi e mezzi. Possiamo solo notare che per ridurre gli attacchi notturni, è utile attuare misure preventive:

  1. Annulla la cena tardiva, rimani a stomaco pieno;
  2. Yoga o Pilates;
  3. Nuoto;
  4. In autunno e in primavera, prendendo vitamine;
  5. Cambiare spesso la postura di lavoro, organizzare pause con piccoli esercizi di ginnastica;
  6. Cammina per strada prima di andare a dormire;
  7. Indossare solo indumenti di cotone, senza materiali sintetici. I piedi dovrebbero essere sempre caldi.

In generale, non esiste una forma ereditaria di profilassi specifica della sindrome delle gambe senza riposo. Le principali misure preventive sono rivolte al trattamento delle malattie primarie, che nel tempo possono portare allo sviluppo di polineuropatia e disturbi del sistema dopaminergico.



Articolo Successivo
Glivenol